Apple Pay: significativo impatto presso il Whole Foods Market

336
0
CONDIVIDI

Apple Pay ha dimostrato fin dai primi giorni del suo debutto di avere la stoffa per raggiungere il titolo di primo servizio di pagamento mobile internazionale, e se non ne siete ancora convinti, ecco qual’è stato il suo impatto nelle ultime tre settimane. Mike Dudas, cofondatore del servizio di pagamento mobile Button ed ex dirigente di Google Wallet, ha raccolto una serie di dati legati all’utilizzo di Apple Pay presso la società alimentare Whole Foods, in collaborazione con lo stesso CIO dell’azienda, Jason Buechel. Dalle analisi Dudas afferma che Apple Pay ha rappresentato circa l’1% di tutte le operazioni dal lancio del servizio.

Anche se potreste pensare che l’1% non sia una dato così significativo, il realtà è un numero sorprendentemente alto, visto che Apple Pay non ha neanche un mese di vita, ed ha fatto segnare record di utilizzo che nessun altro servizio aveva mai raggiunto presso i principali rivenditori. Se vogliamo tradurre questo 1%, si parla di circa 150.000 transizioni totali, che equivalgono a circa 6 milioni di dollari, se si considera che tutte queste operazioni abbiano una media di 40$ ciascuna.

In base a questi dati, se l’andamento dovesse essere questo, e si suppone non solo rimanga questo ma possa pure incrementarsi, The Financial Times afferma che Apple guadagnerà 0,15 dollari per ogni 100 $ di prodotti acquistati tramite il suo servizio di pagamento mobile. Stando a questa stima, la compagnia di Cupertino in queste prime tre settimane ha ricavato la bellezza di 9.000 dollari, considerando solo un rivenditore. Se si pensa che i rivenditori che utilizzeranno Apple Pay potranno solo aumentare in numero, come dimostra il milione di carte di credito attivate dopo solo la prima settimana, allora è facile pensare che tipo di fonte di guadagno rappresenti per l’azienda americana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS