Morte Stefano Cucchi, imputati tutti assolti in appello

287
0
CONDIVIDI

Gli agenti di polizia, così come i medici e gli infermieri, imputati per la morte di Stefano Cucchi, sono stati tutti assolti in appello. La sentenza di primo grado, che aveva condannato quasi tutti gli imputati per omicidio colposo è stata completamente ribaltata. La decisione è stata presa dalla dai giudici della Prima Corte d’Appello di Roma. La camera di consiglio è durata all’incirca tre ore.

Stefano Cucchi lavorava come ragioniere nello studio di famiglia, nel quartiere romano del Casilino. Il 15 ottobre venne arrestato dai carabinieri perché trovato in possesso di droga. Venne processato e portato nel carcere di Regina Coeli. Passò sei giorni in diversi strutture prima di morire il 22 ottobre nel reparto protetto dell’ospedale “Sandro Pertini” di Roma. Secondo quanto emerso dagli atti, la morte ci fu interno alle tre del mattino ma i medici scoprirono il corpo ormai privo di vita soltanto tre ore più tardi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS