Chef accoltellato a Eataly, è stato un ex dipendente afghano

400
0
CONDIVIDI

Foto ANSA

Paura a Roma. Nel pomeriggio a Eataly un ex dipendente dimissionario di origini afghane ha inseguito e accoltellato lo chef Fabio Nitti. Per fortuna è intervenuto un vigilante, anch’esso ferito, altrimenti il finale poteva diventare ben più tragico. Alla polizia l’ex dipendente ha raccontato una storia di mobbing:

“Mi trattava male, mi prendeva in giro e per questo sono stato costretto a dimettermi”.

Lo ha inseguito per le scale nonostante le urla dei presenti. Dopo aver ferito lo chef e il vigilante ha lasciato il coltello ancora insanguinato sul pavimento ed ha tentato la fuga. La security interna, allarmata dalle grida, è riuscita ad intervenire e a bloccare l’uomo, consegnato immediatamente alla polizia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS