Crioterapia e recupero fisico – Parte I

736
0
CONDIVIDI

La Crioterapia è una cura eseguita mediante il raffreddamento del corpo prodotto, in genere, attraverso il contatto ghiaccio-corpo o tramite immersioni in acqua fredda. Tra le metodiche maggiormente diffuse la più semplice è la “Ice Bag“, la cosiddetta borsa del ghiaccio applicata sulla parte del corpo desiderata.

La Crioterapia viene utilizzata comunemente per il trattamento delle patologie a carico dell’apparato muscolo-tendineo (specialmente nei traumi diretti o indiretti che si determinano durante la pratica sportiva), da diversi anni, però, ha trovato ampio spazio anche nell’ambito sportivo di livello agonistico, non più solo come terapia per gli eventi acuti ma come parte integrante del processo allenante, facilitando il recupero dopo lo sforzo fisico. Per meglio comprendere i meccanismi d’azione di questa terapia, il cui criterio scientifico è ormai appurato, occorre descrivere ciò che accade al corpo umano in seguito ad un ciclo di allenamento intenso. Così come è vero che un intenso allenamento costante nel tempo produce un notevole incremento delle prestazioni fisiche, nella stessa misura è anche vero che, affinché ciò accada, è necessario che l’organismo effettui un recupero in termini di incremento di potenziale di prestazione.

www.overpress.it-exerceo-fitness-salute-benessere-allenamento

Durante un allenamento l’organismo inevitabilmente è costretto ad ottenere energia per il lavoro muscolare attraverso un processo che prende il nome di  catabolismo, il quale produce un consumo energetico con degradazione delle risorse energetiche e strutturali. In questa fase si registra un aumento di ormoni, ad effetto catabolico, quali il cortisolo e gli ormoni tiroidei, oltre che una diminuzione degli ormoni ad effetto anabolico come ad esempio il testosterone. Durante la fase di riposo, l’organismo attiva un comportamento di tipo anabolico nel quale compensa il consumo energetico prodotto dall’allenamento, innescando gli adattamenti: obiettivo proprio dell’allenamento che prende il nome di super-compensazione. A questo punto abbiamo tutte le nozioni necessarie per comprende come la Crioterapia possa essere utilizzata a scopo allenante e non solo in seguito a traumi o infortuni. Nei prossimi articoli scopriremo i benefici della Crioterapia e vedremo come applicarla all’allenamento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS