Il “Clasico” è del Real Madrid, battuto 3 a 1 il Barcellona

186
0
CONDIVIDI

Nonostante la zampata iniziale di Neymar, il Real Madrid si aggiudica il primo “Clasico” della stagione 2014-2015. Partita emozionate, ricca di spunti e di giocate formidabili. Ci si aspettava proprio questo da una delle partite più aspettate dell’anno e così infatti è stato. Il ritorno in campo dal 1′ minuto di Luis Suárez (dopo la qualifica ricevuta per il morso a Giorgio Chiellini durante i mondiali in Brasile) ha dato ancora più importanza a questa sfida.

Partenza lampo per la squadra di Luis Enrique, che dopo 3 minuti trova il gol con Neymar. Il Real Madrid reagisce subito al gol subito con Benzema, che prova a sfondare la porta difesa da Bravo con un destro che finisce però alto. Ci prova anche Messi, ma manda a lato di pochi centimetri. Al 34′ rigore, per fallo di mano di Piqué, che Cristiano Ronaldo trasforma in gol. Si tratta dell’undicesimo gol consecutivo con la maglia del Real Madrid, il sedicesimo in 8 partite, e il quattordicesimo nei 22 Clasicos fino ad oggi disputati. Numeri da marziano.

Il secondo tempo si apre sempre con gli uomini di Carlo Ancelotti in avanti. Pepe porta in vantaggio il Real Madrid con un colpo di testa e poco dopo Benzema chiude i conti, siglando il gol del 3 a 1.

Ora il Real Madrid si trova ad un solo punto di distanza dai rivali storici, con il Valencia staccato ad un solo punto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS