Inbox by Gmail: le nostre prime impressioni

459
1
CONDIVIDI

Questa mattina abbiamo ricevuto il tanto atteso invito per la nuova applicazione Inbox by Gmail, lanciata da Google sia su iOS che su Android. Con quest’app il colosso di Mountain View vuole potenziare il proprio servizio email, rendendo un semplice indirizzo di posta gmail qualcosa di molto più produttivo. Niente più lettura e invio, ora le email diventano dei veri e propri to-do.

Ciò che più sorprende a primo impatto è l’impaginazione delle email, che vengono mostrate con allegati e foto al seguito. Così sarà più immediato distinguere alcune email da altre. La vera forza di Inbox by Gmail risiede però nell’organizzazione. Ogni email potrà essere Posticipata o Completata. Il completamento di una email la nasconde dai vostri occhi. Sarà accessibile soltanto tramite l’apposito pannello completati.

inbox gmail

Le email posticipate invece funzionano proprio come dei veri to-do. Scegliete data e orario e l’email vi ritornerà davanti soltanto da quel preciso istante. Avete ricevuto un’importante email di lavoro venerdì alle 18:59 e volete occuparvene soltanto al vostro ritorno dopo il week-end? Prendete l’email in questione e posticipatela a lunedì. Questa sì che è organizzazione!

Vi è anche un altro “spazio” molto utile denominato Appunti. Qui dentro potete appuntare le email che vi possono sempre tornare utili. Le troverete sempre lì dentro, pronte per essere consultate. Inbox by Gmail supporta anche la creazione di Promemoria. Andate a comporre una nuova email, tappando sull’apposito pulsante “+”, e vi salterà fuori la voce Promemoria. Scrivete quello che dovete ricordarvi e selezionata data e orario di scadenza.

Parlando di interfaccia, beh Google sta svolgendo un ottimo lavoro con il Material Design. Anche su iOS l’applicazione non è affatto male.

Se volete scaricarla su iPhone cliccate qui. La versione per Android la trovate qui. Ricordatevi di inviare un’email a inbox@google.com per richiedere l’invito.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS