Danilo Restivo, la cassazione conferma i 30 anni

128
0
CONDIVIDI

La condanna di Danilo Restivo è ora definitiva. La cassazione ha confermato i 30 anni di reclusione per l’omicidio di Elisa Claps, la studentessa di Potenza uccisa il 12 settembre 1993. Gli avvocati difensori l’hanno spuntata soltanto su un aspetto, ovvero i giudici hanno eliminato l’aggravante della crudeltà.

Paolo Canevelli, sostituto procuratore generale della Cassazione, si è detto soddisfatto per questo verdetto. La mamma di Elisa, la signora Filomena Iemma, è stata presente all’udienza, così come l’avvocatura del Comune di Potenza, rappresentata dall’avvocato Carmen Ferri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS