Mac mini 2014 Teardown: per iFixit il più difficile

172
0
CONDIVIDI

iFixit ha condotto la sua consueta teardown del nuovo Mac mini 2014, scoprendo per che il dispositivo risulta molto più difficile da smontare rispetto ai modelli precedenti. Tutta colpa, principalmente dicono, della RAM che in questo nuovo modello Mac Mini è stata saldata direttamente sul circuito e di una nuova vite di sicurezza “impenetrabile” che ne blocca il pannello di accesso.

macmini2014teardown

Il team ha scoperto che invece del classico pannello inferiore da svitare stavolta il MacMini necessita di un piccolo strumento in plastica dura per far saltare la copertura. Dopo di ciò ancora un pannello rigido protegge un facile accesso alla RAM e alle ventole di raffreddamento. E non è finita qui perché quest’ultima porta di metallo è sigillata dalla più piccola vite “Torx Security” mai vista, il che ha richiesto al team iFixit di progettare un’apposito cacciavite.

Una volta all’interno, il Mac mini sfoggia una nuova scheda AirPort che si collega direttamente allo slot PCIe invece che tramite cavo come nei modelli precedenti. A differenza di prima, inoltre, la nuova versione di MacMini contiene solo una porta SATA, il che significa non più upgrade di memoria con un disco rigido esterno. Tuttavia iFixit, nel suo viaggio, ha scoperto un inserto supplementare che potrebbe essere potenzialmente utilizzato con un SSD tramite un cavo PCIe. Stranamente, l’alimentazione del nuovo Mac mini è identico ai modelli 2012 e 2011.

Al termine del teardown, come sempre, iFixit ha assegnato un punteggio di riparabilità al MacMini 2014 di 6 su 10. Un punteggio nettamente peggiore rispetto agli 8 punti del modello 2012 tuttavia anche il nuovo modello ha, in fin dei conti, uno smontaggio abbastanza facile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS