Impariamo a fare la Spesa: lontani dalle Pubblicità!

890
0
CONDIVIDI

Un celebre proverbio cita: “Se lo conosci lo eviti”. Ed è proprio il motivo per cui noi consumatori (ebbene sì, per le aziende alimentari siamo solo consumatori!) dobbiamo leggere le etichette alimentari, che sono il nostro unico mezzo a disposizione per conoscere effettivamente quello che stiamo introducendo nel nostro corpo.

Innanzitutto, prima di acquistare un cibo, impariamo a fare distinzione tra etichetta e pubblicità. Quest’ultima, infatti, serve solo a catturare l’attenzione del consumatore, come ad esempio: “A basso contenuto calorico”, “Senza zuccheri aggiunti” o “Light”. Questi messaggi, unitamente alla presentazione della confezione, fanno sì che il consumatore distratto, stanco e affamato, sia attratto più dai messaggi promozionali che dal reale contenuto del prodotto. Chi dispone la merce sugli scaffali sa bene dove si posa l’occhio del cliente, e, guarda caso, i prodotti più costosi e quelli di marca vengono posizionati negli scaffali a portata di mano, mentre i cibi destinati ai più piccoli vengono strategicamente messi ad altezza bimbo confezionati in pacchetti raffiguranti i personaggi dei cartoni animati in voga al momento. È la pura legge del marketing! Spendere di più per acquistare un prodotto di marca non è necessariamente sinonimo di qualità: la pubblicità, infatti, ha un suo costo e l’azienda deve ammortizzare i costi della réclame aumentando il prezzo del prodotto. La marca in sé, quindi, non dà alcuna garanzia. Quello che possiamo fare è ignorare le pubblicità scritte a caratteri cubitali e porre la nostra attenzione sulle parole scritte in piccolo sulle confezioni, magari in posizioni seminascoste.

www.overpress.it-exerceo-alimentazione-salute-benessere-allenamento

All’inizio ci vorrà più tempo per fare la spesa, ma poi, una volta selezionati i prodotti giusti, sarà tutto più semplice. Procediamo per gradi: concentriamoci prima su un reparto, la volta successiva ci dedicheremo a un altro reparto e così via. Dopo poco tempo sapremo esattamente e senza perdere tempo quali prodotti acquistare. Le prime regole per fare una spesa consapevole sono:

  • Ignorare la marca e le pubblicità (incluse le raccolte punti e i gadget);
  • Leggere sempre le etichette;
  • Fare attenzione alle offerte: sono tattiche di marketing per farci acquistare prodotti in grandi quantità o smaltire merci vicine alla scadenza;
  • Cercare tra gli scaffali gli alimenti più nascosti: non acquistare solo quelli più in vista;
  • Non fare acquisti impulsivi: fare sempre una lista della spesa (e seguirla!);
  • Fare la spesa a stomaco pieno;

Una volta tolti i claims pubblicitari, cosa resta sull’etichetta? Lo vedremo nei prossimi articoli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS