Nascita di un bambino sordo: le reazioni dei genitori

415
0
CONDIVIDI

Il concetto di sordità non può essere definito in modo univoco poiché la disabilità uditiva può essere di diverso tipo, totale o parziale e di origine genetica oppure acquisita.

La nascita di un bambino sordo ha un grande impatto emozionale sui suoi genitori provocando in essi risposte di vero e proprio shock iniziale – a causa della profonda ferita narcisistica per la perdita del bambino “ideale” fantasticato durante la gravidanza –  accompagnato da senso di colpa e da alcuni meccanismi di difesa quali la razionalizzazione, l’isolamento affettivo e lo spostamento.

Lo shock iniziale, intriso di disperazione, è accompagnato da un senso di distacco e di vuoto finalizzato al contenimento di questo doloroso sentimento, seguito da un senso di sopraffazione, di sentimenti di incapacità ed inadeguatezza a gestire una situazione che si prospetta come difficile ed impegnativa anche per via del gran numero di nozioni di tipo medico e psicologico che essi devono apprendere e comprendere.

Generalmente, segue poi una fase in cui i genitori cercano di impegnarsi al massimo al di fuori del rapporto con il figlio. Quando i genitori cominciano ad accettare la realtà della sordità del figlio, ciò si manifesta con una accettazione anche della necessità che egli indossi le necessarie protesi acustiche che evidenziano la sordità del figlio anche al mondo esterno.

Quando tutto procede normalmente, i genitori manifestano l’avvenuta metabolizzazione ed accettazione  del problema del proprio bambino con il recupero della loro autostima, che è generalmente anche frutto e riflesso dei progressi nel frattempo fatti dal figlio. La diagnosi di sordità può essere posta talvolta in ritardo in bambini figli di genitori normoudenti, che possono non comprendere immediatamente il problema del figlio così come alcuni medici attribuendo le sue difficoltà di comunicazioni ad altri motivi con un peggioramento delle reazioni e sofferenze genitoriali, mentre i controlli vengono fatti subito dopo la nascita quando entrambi i genitori sono sordi.

Una diagnosi precoce di questo problema è fondamentale ai fini della qualità di vita del bambino e per il suo sereno e fruttuoso inserimento familiare, scolastico e sociale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS