Van Der Vaart: “L’Italia? Sarebbe un onore”

74
0
CONDIVIDI

Il centrocampista dell’Amburgo, Rafael Van Der Vaart, strizza l’occhio al Belpaese dichiarando in un’intervista a Sport Bild la sua disponibilità a trasferirsi un giorno a giocare in Serie A. L’olandese sta attraversando un momento di appannamento nell’Amburgo e non è riuscito ad ingraziarsi il neo tecnico Zinnbauer che spesso lo relega in panchina. Van Der Vaart non vuole assolutamente lasciare i Dinos ma non disdegna un’esperienza in Italia, l’unico grande campionato europeo nel quale non ha ancora giocato:

Io sono un calciatore dell’Amburgo e spero di restare qui dove tutto è fantastico per me” – ha dichiarato l’olandese – ” Se così non dovesse essere e la società avesse altri progetti, di certo mi affascina giocare in Italia, l’unico dei quattro maggiori tornei europei dove non ho ancora giocato. Il paese è bellissimo e ci sono città meravigliose. Non credo di essere vecchio, quando hai qualità puoi giocare dappertutto. Giocatori come Totti e Pirlo in Italia, sono ancora protagonisti nelle loro squadre”. 

L’Amburgo vorrebbe “disfarsi” di Van Der Vaart non tanto per il valore del calciatore quanto per il suo contratto milionario (da 3,5 milioni a stagione) che pesa tantissimo sulle casse della società che sta attuando un’opera di risanamento. L’acquisto di Holtby è infatti un segnale di come la società voglia svecchiare la squadra e alleggerirsi il prima possibile del contratto dell’ex Real.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS