Altroconsumo dichiara che iPhone 6 non si piega come molti dicono

109
0
CONDIVIDI

Alle recenti recensioni di Consumer Reports, che ha testato iPhone 6, insieme ad altri dispositivi come LG G3, Samsung Galaxy Alpha, Note 3, S5 e Sony Xperia Z2, riguardo la sua tanto chiacchierata “proprietà” di piegarsi,  si aggiungono ulteriori conferme dall’associazione italiana dei consumatori, Altroconsumo. L’associazione afferma che, come spesso succede, il web è responsabile del divulgazione di notizie che vengono ingigantite fino a fare scalpore. E anche in questo caso hanno causato l’instaurarsi di un cattivo giudizio dei due melaphonini, gettando Apple in un polverone senza fine.

Quelle di Altroconsumo non sono assolutamente affermazioni senza basi fondate, ma fanno riferimento a test effettuati nei loro laboratori, nei quali hanno messo a confronto gli smartphone dei diretti concorrenti. I vari dispositivi sono stati soggetti ad una serie di test controllati, tra cui troviamo il noto test della tasca, effettuato simulando prima le normali condizioni di utilizzo e poi applicando diversi pesi. Nel filmato che trovate qui sotto potete vedere con i vostri occhi tutti i dettagli dei test di Altroconsumo, così potrete togliervi ogni tipo di dubbio. La conclusione di Altroconsumo è stata la seguente:

“La rete ha sollevato un gran polverone per nulla. Alcuni telefoni sono un po’ più sensibili di altri alle sollecitazioni da pressione, e i nuovi iPhone 6 sono tra questi. Ma nulla che non possa essere evitato con un uso normale, nemmeno troppo accorto di questi apparecchi.”

Se siete fan della Mela morsicata, spero che questo video vi possa mettere l’anima in pace una volta per tutte, gli iPhone 6 sono fatti di alluminio, che come metallo non è dei più resistenti. Essendo aumentata l’area di superficie, il device risulta meno resistente alle pressioni, che comunque devono essere abbastanza forti per portare il device ad un cambiamento irrimediabile della sua forma. La stessa cosa succede a molti altri dispositivi, perciò bisogna sempre prestare un po’ di attenzione nell’uso, ma senza vivere con l’ansia di ritrovarsi una banana nelle tasche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS