Eric Schmidt: la crittografia di Google è superiore a Apple

974
0
CONDIVIDI

Il presidente di Google Eric Schmidt, dopo alcune osservazioni fatte da Tim Cook in una lettera sulla sua società ha voluto, in un intervista ha voluto commentare che qualcuno non correttamente aggiornato sulle politiche di Google e che tutto questo è un vero peccato. Dichiarazione con un chiaro riferimento al CEO Apple. Nella sua lettera aperta Cook dichiarava che Apple che non utilizza le informazioni memorizzate sul vostro iPhone o iCloud, non legge la tua e-mail o i messaggi, né costruisce un profilo basandosi sui contenuti dell’e-mail o della navigazione web. Queste spiega il CEO Apple sono parte fondamentale del funzionamento di Google.

La risposta è arrivata dalle parole di Eric Schmidt alla CNN Money, dove ha difeso Google affermando che i sistemi sono molto più sicuri e criptati qualunque altra società, tra cui Apple. Schmidt afferma inoltre che Google lavora assiduamente per mantenere i dati privati, e che l’azienda offre dei sistemi per eliminare i dati e fa notare che non ci sono significative violazioni dei dati di Google assestando un colpo finale e facendo chiaro riferimento aiserver Apple definiti come l’anello debole per le fughe di notizie.

Tra le varie dichiarazioni fatte possiamo dire che Google non è ancora stata vittima di un grave intrusione, anche se la privacy di Google non è senza macchia. Nel 2012 a ricevuto in fatti una multa di 22,5 milioni dollari multa dalla FTC nel 2012, dopo aver lavorato intorno ad una politica di non-cookie in Safari. A causa di questo il colosso americano ha ricevuto infatti critiche severe e dei blocchi dal governo quando tentava di creare un unico sistema sulla privacy per tutti i suoi servizi. Recentemente, più precisamente all’inizio di questo anno, ha ricevuto moltissime multe a causa di Street View per la visualizzazione di immagini non autorizzate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS