Spettacolo Leverkusen, il Benfica si inchina 3-1

99
0
CONDIVIDI

 

Champions League

Bayer Leverkusen – Benfica                3-1 

 

Bayer: Leno – Hilbert, Toprak, Spahic, Wendell – Reinartz, Bender – Calhanoglu, Son – Bellarabi, Kießling.    All. Schmidt

Benfica: César – Luisão, Eliseu, Jardel, Almeida – Cristante –  Gaitán, Salvio, Perez – Derley, Talisca.    All. Jesus

 

Arbitro:  Atkinson (ING)

Marcatori: 25′ Kiessling, 34′ Son, 62′ Salvio, 64′ Son (rig.)

 

Quanto è bello questo Bayer Leverkusen targato Roger Schmidt, capace di stendere per 3-1 un Benfica in grande difficoltà contro il gioco spettacolare dei padroni di casa.  I rossoneri hanno infatti dominato l’incontro con una condotta di gioco super offensiva e cercando di chiudere il match già nel primo tempo. Compito reso subito facile dall’errore di Julio Cesar in occasione del primo gol di Kiessling che ha spianato di fatto la strada alla vittoria dei tedeschi. Ottima la partita di Karim Bellarabi, un calciatore che ha cambiato il volto del Bayer Leverkusen in questa stagione e che risulta decisivo in ogni partita. Fatica invece a prendere quota il nuovo corso del Benfica, ancora orfano di quella grinta che contraddistingueva la squadra portoghese nella passata stagione.

I gol – Il vantaggio del Bayer arriva al 25′ grazie a Stephan Kiessling che sfrutta la meglio un errore di Julio Cesar che non blocca un facile tiro di Son dal limite. Il Leverkusen non si ferma e trova il raddoppio al 34′ con un’azione da manuale del calcio: numero di Bellarabi sulla destra, 1-2 con Calhanoglu, palla perfetta a centro area per Son che di destro fulmina Julio Cesar . Tutto bellissimo e Benfica stordito. Nella ripresa è ancora il Bayer a sfiorare il 3-1 con Calhanoglu ma il turco si divora un gol incredibile a porta vuota spedendo fuori da un metro. A questo punto i portoghesi trovano la rete che accorcia le distanze con Salvio (sinistro velenoso che supera Leno) ma il Bayer è bravo a non allentare la presa sull’incontro e 2′ dopo arriva il rigore del definitivo 3-1 per fallo di Jardel su Kiessling. Calhanoglu trasforma senza problemi e Schmidt può brindare al primo successo in Champions League alla guida del Leverkusen. Adesso la lotta per la qualificazione si deciderà nel doppio confronto contro lo Zenit San Pietroburgo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS