L’Olio: Extravergine è meglio!

986
0
CONDIVIDI

Il re dei condimenti nella cucina italiana è l’olio extravergine d’oliva. Ed è uno dei punti di forza grazie al quale la dieta mediterranea è riconosciuta in tutto al mondo come una delle più sane e complete dal punto di vista nutrizionale. In Italia gli uliveti occupano più ettari dei vigneti, per una produzione che si aggira sui 5 milioni di quintali annui! Oltre ad essere un’eccellenza tipicamente italiana, l’olio d’oliva è anche prezioso per il nostro organismo.

Innanzitutto l’olio d’oliva contiene le vitamine E, A, K e D, oltre all’oleocantale, una molecola che inibisce gli enzimi coinvolti nei meccanismi dell’infiammazione, proprio come un farmaco antinfiammatorio. L’acido oleico è il principale acido grasso monoinsaturo presente nell’olio e numerosi ricercatori hanno individuato in questo acido grasso e negli altri polifenoli presenti un effetto benefico nel contrastare alcune molecole responsabili di alcuni tumori, tra cui quello alla mammella. Ma non è finita qui: le ricerche hanno confermato altri effetti benefici sulla nostra salute come il controllo del colesterolo, la protezione dei vasi sanguigni e persino la prevenzione del morbo di Alzheimer! Insomma, più si andrà avanti con gli studi, più cose interessanti scopriremo. Impariamo a scegliere l’olio d’oliva giusto.

exerceo-alimentazione-salute-benessere-olio-extravergine-oliva

Il migliore è sicuramente l’olio extravergine, ottenuto da olive mediante processi meccanici o fisici, senza l’utilizzo di solventi chimici che ne alterano il gusto. L’acidità di quest’olio deve essere al massimo dello 0,8%. L’olio vergine di oliva ha un’acidità più alta, mentre gli oli venduti come “olio d’oliva” sono una miscela di oli rettificati (cioè che hanno subito un processo chimico per eliminare difetti organolettici) e oli vergini. Conserviamo il nostro olio extravergine d’oliva in bottiglie di vetro scure al riparo dal calore e ben sigillate e utilizziamolo per ogni nostra ricetta: dal pesto genovese alla caponata siciliana, dalle zuppe di fagioli alle insalatone estive. È praticamente impossibile non trovare un olio di nostro gusto: dai più fruttati a quelli amarognoli, ce n’è per tutti i palati e per tutti i piatti! Ma se ancora non trovate quello giusto, potete crearvi un olio aromatizzato su misura, mettendo in infusione erbe aromatiche, bacche di ginepro, zafferano o quello che più vi piace! Per finire non dimentichiamoci che l’olio d’oliva è pur sempre ricco di grassi quindi consumiamolo pure tutti i giorni per condire i nostri piatti ma sempre con moderazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS