Sony: previste perdite per 1,7 miliardi a causa delle vendite degli smartphone

479
0
CONDIVIDI

Secondo il Wall Street Journal Sony ha previsto perdite per 1,7 miliardi di dollari per questo anno fiscale, la motivazione risiederebbe nelle scarse vendite di smartphone che non accennano ad aumentare nonostante questo fosse tra le previsioni di Sony. Già a luglio Sony aveva previsto un anno in perdita, ma di soli 465 milioni di dollari, un terzo del dato di adesso: a causa di questo gli azionisti Sony non riceveranno dividendi, cosa mai accaduta nei 56 anni di attività dell’azienda.

Le perdite per 1,7 miliardi di dollari sono tutte del reparto device mobili, infatti in totale l’azienda ha perdite totali per 2,15 miliardi: tali perdite verranno messe a bilancio il 30 settembre ma l’anno fiscale finisce a marzo 2015. Le motivazioni portate da Sony sono le classiche: la concorrenza di altre aziende ha fatto sì che i terminali Sony non vendessero molto, ma l’azienda ha già in mente di sviluppare device di fascia medio-bassa per alcuni mercati emergenti come toppa per queste perdite, che poi è ciò che in parte fa Google con Android One in India.

Tra tutti, gli azionisti Sony saranno sicuramente i più scontenti, ma è possibile che la nuova politica riguardo ai mercati emergenti dia i suoi frutti prima del previsto, ma c’è da considerare la concorrenza di Android One.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS