Flipboard: via libera al video advertising

924
0
CONDIVIDI

Se c’è una cosa che ormai abbiamo ben imparato dal mondo del business è che la pubblicità non muore mai, nemmeno con la crisi. Anzi, mentre tutti sono impegnati nel tentativo di risollevare l’economia e le proprie attività, uno dei contributi maggiori per la ricrescita del mercato è proprio questa grande invenzione dell’uomo: la pubblicità, che con i suoi metodi più o meno trasparenti persuade le persone ad acquistare prodotti, a far girare la moneta e a far sviluppare il Mondo.

Ma c’è anche un lato negativo nell’advertising, poiché come è risaputo le pubblicità al giorno d’oggi sono davvero insistenti e ci martellano ovunque con i loro messaggi promozionali. La notizia di oggi dunque potrebbe far rimanere con l’amaro in bocca molti utenti Flipboard, dato che la nota rivista sociale fondata nel 2010 a Palo Alto integrerà ben presto una nuova forma di pubblicità per i suoi utenti che sta andando molto di moda in questi tempi: il video advertising.

I primi spot compariranno a novembre e al momento le aziende che hanno creduto nelle potenzialità di questa campagna marketing sono Sony, Gucci, Lufthansa e Chrysler. Secondo i dirigenti dell’azienda, i profitti per i partner saranno davvero importanti e ben presto il servizio crescerà notevolmente grazie a questa novità.

Dopo i grandi investimenti che sono stati fatti nello scorso anno per questo tipo di campagna marketing, si pensa che quest’anno il denaro investito sarà ancora di più e solo negli Stati Uniti toccherà 1,6 miliardi di dollari. Ecco le parole di Christine Cook, responsabile della pubblicità di Flipboard, a riguardo:

Il tipo di pubblicità che abbiamo sviluppato su Flipboard è focalizzato sulla costruzione della marca; la creazione del brand awareness, brand affinity e preferenza di marca. Mentre sempre più persone guardano i video sui propri dispositivi mobili, abbiamo voluto offrire ai nostri inserzionisti la possibilità di aggiungere video ai bellissimi annunci a tutta pagina che sono già in esecuzione su Flipboard

Pare che stavolta Flipboard abbia pensato di più ai propri interessi personali che ai propri utenti, introducendo un tipo di pubblicità molto invasivo che rischia di compromettere la user experience, c’è di buono che al momento non dovrebbe essere presente l’autoplay come su Facebook. Staremo a vedere quali saranno i risultati per le tasche dell’azienda e per gli occhi degli utenti. Stay tuned.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS