Spot Galaxy Note 4: Samsung attacca iPhone 6 Plus

1229
2
CONDIVIDI

Dopo aver pubblicato una serie di nuovi spot anti-Apple, Samsung torna alla carica con una pubblicità relativa al Galaxy Note 4. Il colosso sudcoreano ripercorre in pochi secondi il successo di questa linea Note (nata nel 2011) affermando che qualcuno sta cercando di imitarla. Il riferimento al nuovo iPhone 6 Plus di Apple è più che evidente. Come se non bastasse durante lo spot vengono messe in mostra tutte le funzionalità che il sistema operativo Android (con personalizzazione TouchWiz) offre in più rispetto ad iOS 8.

Durante una recente intervista, Tim Cook è stato abbastanza chiaro sul perché Apple si sia decisa a tirare fuori uno smartphone così grande anni dopo aver puntato sull’utilizzo comodo con una sola mano.

“Avremmo potuto realizzare un iPhone più grande anni fa. Non si è mai trattato di fare semplicemente un telefono più grande… significava dare un telefono migliore sotto ogni singolo punto di vista. E quindi mettiamo sul mercato le cose quando sono pronte.”

E siamo soltanto all’inizio…

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Giuseppe Gagliano

    Dare del semplice “telefono più grande” alla serie Note di Samsung è come dire “iPhone è un grazioso telefono”. Non voglio assolutamente iniziare la guerra dei fanboy perché è ovvio che SIA UN’INVENZIONE PER GENERARE TRAFFICO DI UTENTI SUI BLOG DI APPLE COME DI ANDROID (lo stesso si può dire per ps4 e x1,ecc…). Detto questo, e spero che il concetto sia chiaro, non è un commento da fanatico e spero che non rispondano fanatici, mi chiedo solo se sia davvero necessario nascondersi dietro frasi vaghe per giustificare un errore di valutazione riguardo al mercato. Samsung ha voluto rischiare nel 2011 ed è stata FORTUNATA. Punto. Non sono un fan di Samsung ma della serie Note. Non prendo in giro chi usa un iPhone perché ho posseduto il 3g ed il 3gs (oltre che il primo iPad e uso tuttora in palestra il mio splendido ipod nano 6a gen), ma preferisco Android perché più rispecchia la mia apertura mentale e forma mentis in generale. Tutto il resto è ideologia che sfocia come ogni volta nella sagra delle futili ciance. Perché voi Blogger non spiegate che è stata l’uscita di ios a far cambiare rotta nello sviluppo di Android, ed è quest’ultimo che ha portato innovazioni software in casa Mela? Se adorate tanto il sistema operativo che state usando (ios o Android che sia), ringraziate le scelte della compagnia avversaria, perché è grazie a lei se lo Smartphone che avete in mano è così.
    La verità è che in alto ci guadagnano a tenere le differenti clientele (ergo ideologie) separate dall’odio per la diversità, per il motivo scritto sopra in maiuscolo. Per una volta Steve jobs sbaglio’ con il suo “piccolo è bello”? Chissene frega: ripeto, questa è pure ed onanistica ideologia. Nemmeno lui avrebbe potuto prevedere che i phablet sarebbero diventati una realtà sempre più radicata (mi sembra ieri quando i miei amici col 4s prendevano in giro me e la mia padella di nome Galaxy Note). Concludo questa bucolica augurandomi che Apple riesca di nuovo a fare il “botto” e le auguro di poter uscire dalla crisi che la attanaglia da quasi due anni ormai (se nel primo semestre 2013 aveva il 15.9% del mercato italiano, esattamente un anno dopo è scesa all’11%), semplicemente perché finché ci sono realtà ben diverse, c’è concorrenza e innovazione. So che non servirà a nulla questa mia risposta, ma io sinceramente ringrazio Apple e chi compra i suoi prodotti.

  • Germano Sansipersico

    Samsung nasce ed‘è radicata prima di tutto in oriente, essendo coreana, dove il grosso del mercato software ce l‘ha di rimando android; chiaro quindi che l‘hardware assecondi maggiormente il gusto ed il mercato asiatico, con schermi grandi, prezzi cheap et similia. Apple sinora è stata focalizzata sull‘occidente, dove è nata e ha le radici, e ha ricercato quindi il gusto europeo/americano; dall‘accordo con China Mobile però e la conseguente apertura al più grande d‘oriente ( 800 milioni potenziali di nuovi clienti ), non più di un anno fa, c‘è stato il viraggio di Apple verso canoni più appetibili all‘utente medio cinese.. TUTTO QUI!