E’ tornato l’Augsburg dei miracoli, Bobadilla affonda l’Eintracht

89
0
CONDIVIDI

 

Eintracht Francoforte – Augbsurg         0-1

 

Francoforte: Trapp – Djakpa, Anderson, Zambrano, Ignjovski – Russ, Hasebe – Piazon, Inui, Kadlec – Seferovic. All. Schaaf

Augsburg: Hits – Baba, Klavan, Callsen-Bracker, Verhaegh – Baier, Kohr – Werner, Altintop, Bobadilla – Mölders. All. Weinzierl

Arbitro: Manuel Grafe

Marcatori: 49′ Bobadilla

 

L’Augsburg mette segno il secondo colpo esterno di giornata espugnando la Commerz Bank Arena di Francoforte per 1-0. I progressi che si erano visti quindici giorni fa contro il Borussia Dortmund erano veri e gli uomini di Weinzierl sono riusciti a trovare la prima vittoria in campionato grazi al solito Bobadilla, giocatore fondamentale per gli schemi del tecnico bavarese. Passo indietro invece per l’Eintracht di Schaaf, sempre in partita dal primo minuto ma troppo sterile in zona gol nonostante la buona vena di Kadlec e Seferovic. Note positive vengono dal ritorno di Meier, oggi in panchina, e da Medojevic che dalla prossima gara potrà prendere in mano la linea mediana rossonera. L’Eintracht può  protestare contro l’arbitro Grafe per la mancanza di un nettissimo calcio di rigore ma l’Augsburg di certo ha meritato la vittoria con una condotta di gara ordinata e precisa che ricordava molto il campionato scorso.

La gara – Primo tempo bellissimo e pieno di occasioni da gol ma Bobadilla da una parte e Kadlec dall’altra non trovano la zampata vincente per sfortuna o per bravura di un ottimo Trapp. L’argentino si rifà però all’inizio del secondo tempo trovando un destro di rara bellezza che si infila sotto l’incrocio. Il Francoforte accusa il colpo e nonostante gli inserimenti di Meier e Flum i padroni di casa non trovano il pareggio sfiorandolo solo con Seferovic al 69′ e ancora con Kadlec al 71′. L’Augsburg nel finale di partita suggella la vittoria con il doppio palo colpito da Werner ai minuti 81′ e 87′. Dopo solo tre partite di campionato, Weinzierl ha ritrovato la sua squadra dei miracoli.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS