La cromoterapia e l’importanza dei colori

629
0
CONDIVIDI

Il colore è definito luce visibile poiché l’uomo è in grado di vedere solo una parte dello spettro magnetico della luce, la quale è costituita a sua volta da onde elettromagnetiche. Il colore con la lunghezza d’onda maggiore e con frequenza più bassa è il rosso mentre quello con la lunghezza d’onda minore e frequenza più alta è il violetto. Fanno eccezione il bianco e il nero: Il bianco contiene in sé tutti i colori, il nero nessuno in quanto assorbe la luce. Essendo i colori frutto di un’energia, essi influiscono sui nostri campi energetici e sui diversi piani emozionali, fisici e spirituali, spesso, senza che l’uomo se ne accorga.

La cromoterapia si occupa di curare attraverso i colori. Le sue radici risalgono all’epoca degli egizi e dei greci che si avvalevano anche di pietre e cristalli colorati da usare negli ambienti e nelle terapie. Nella cromoterapia ogni colore svolge una funzione propria e particolare e ha le sue caratteristiche.

ROSSO – E’ il colore della attività, del vigore e della forza fisica, e spinge all’azione. E’ legato alla sessualità e alla passione. Il rosso stimola l’appetito, influenza il battito cardiaco e aumenta la pressione sanguigna. (Il rosso è usato nei fast food, ad esempio)  Questo colore attira il potere e le attenzioni. E’ associato al primo Chackra.

ARANCIONE – Anche l’arancione è un colore caldo. Promuove la socialità e il buon umore. E’ simbolo di fertilità ma anche di equilibrio interiore. Le persone che amano questo colore in genere sono molto fiduciose verso il prossimo e ottimiste, inoltre sono espansive e manifestano senza nascondersi i propri sentimenti. L’arancione è abbinato al secondo Chackra che governa il sistema digerente.

GIALLO – E’ il colore dell’acutezza mentale e dell’intelligenza. Questo colore agisce sul sistema digestivo, epatico e su organi come milza e vescica. Il giallo favorisce la concentrazione e la conversazione oltre che suscita nell’ uomo sentimenti positivi ( E’ usato spesso negli asili o nelle scuole). E’ legato al terzo Chackra.

VERDE – Il verde nasce dall’unione del blu e del giallo, è un colore fresco e rilassante. Dona all’animo sensazione di pace, armonia e tranquillità. Stimola un senso di purificazione e pulizia ( è usato dai medici negli ospedali) ed è riposante. Questo colore è abbinato al quarto Chackra posizionato del cuore e dal quale dipendono tutti gli altri Chackra.

BLU – E’ il colore rilassante per eccellenza. Le persone che amano questo colore godono di un grande equilibrio interiore e pacatezza. Il blu aiuta a realizzare gli ideali, stimola la creatività e l’ispirazione. L’esposizione ad una luce blu secondo alcuni studi attenua il dolore e dona sollievo. Il colore blu è indicato per le camere da letto oppure ambienti dove meditare. Regola il battito cardiaco e la pressione sanguigna.

AZZURRO – Ottenuto dall’unione di Viola e Indaco questo colore ha la stessa funzione rilassante del blu. E’ simbolo di lealtà, regala serenità e armonia. L’azzurro è associato al quinto Chackra responsabile del funzionamento del collo, della nuca, del naso, della bocca, della lingua, dei denti, delle orecchie, della pelle, del viso e delle braccia.

VIOLA – Il viola è associato all’astrazione, all’ispirazione e all’intuizione. Stimola la nostra spiritualità ed ha un effetto calmante. Questo colore è spesso associato al mistero e alla magia. Inibisce la razionalità e promuove l’emozionalità. E’ il colore del settimo Chackra collocato nel cervello.

BIANCO – Il bianco racchiude tutti i colori ed è associato alla divinità e alla purezza. Comunica pulizia e chiarezza oltre a stimolare il cambiamento. E’ il colore dell’immaginazione chi lo respinge tende infatti ad essere molto pragmatico e poco incline a novità e cambiamenti.

NERO – Il colore nero assorbe in sé tutti gli spettri dei colori. Simbolo di introversione e mistero rappresenta la dimensione onirica e il nostro mondo interiore. E’ il colore della ribellione e dell’intransigenza e viene associato a comportamenti negativi e  aggressivi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS