Verso Euro 2016: gol inutile per ibisevic, flop Turchia

114
0
CONDIVIDI

 

Tanti anche nell’ultima delle tre giornate di qualificazione a Francia 2016 i giocatori della Bundesliga impegnati con le rispettive nazionali; in una serata che ha regalato più di una sorpresa i “tedeschi” non sono sempre stati protagonisti, ma comunque in molti hanno trovato spazio.

Basti pensare a Dadashov, attaccante del Saarbrücken, semi sconosciuta squadra della quarta serie tedesca, che è rimasto in campo per tutti i 90′ con il suo Azerbaigian, senza però riuscire ad evitare la sconfitta degli azeri, battuti a domicilio dalla Bulgaria, nella quale è sceso in campo, anche se solo per un quarto d’ora, il giovane Nedelev, poche apparizioni anche in Bundes con il Mainz. Ottanta minuti senza squilli invece per Rudnevs, centravanti rientrato all’Amburgo dopo il prestito all’Hannover della scorsa stagione; senza gol la sfida tra la sua Lettonia e il Kazakistan.

Clamorosa sconfitta interna invece per la Bosnia, che dopo la delusione mondiale comincia nel peggiore dei modi anche il cammino verso gli Europei; nei Balcani si impone a sorpresa Cipro, che rimonta e passa 2-1. Alla squadra di casa non basta il gol dell’attaccante dello Stoccarda Ibisevic, bravo a colpire di testa e a mettere il pallone in fondo al sacco; brutta prestazione per il centrale dell’Hoffenheim Bicakcic, impreciso in entrambi i gol dei ciprioti, mentre non è riuscito a cambiare il match il neo acquisto del Werder Hajrovic, subentrato nella ripresa.

Soffre ma vince 2-0 la Croazia, che piega Malta solo nella ripresa e con l’uomo in più; tra i padroni di casa solo pochi spiccioli per Olic, che ha sostituito l’ex Bayern Mandzukic, mentre tra i maltesi è rimasto in campo per tutto il match l’esperto Schembri, attaccante del FSV, seconda squadra di Francoforte. Grossa delusione invece per la Turchia, che crolla 3-0 in Islanda nonostante una rosa di tutto rispetto: solo panchina per la stella del Leverkusen Calhanoglu, mentre il suo compagno di squadra Toprak è riuscito a fare ancora peggio, venendo espulso ad inizio ripresa dopo due ammonizioni in pochi minuti, e spianando di fatto la strada alla goleada della squadra nordica.

Infortunio per Immobile, che nel finale di Norvegia-Italia è uscito in barella; i primi accertamenti hanno escluso seri infortuni, ma gli esami verranno svolti solo al rientro in Germania dell’attaccante del Dortmund, che ha comunque disputato una buona prova, anche se non ha trovato la via del gol. Tra gli scandinavi, sfortunata la prestazione di Nordtveit del Gladbach, che ha deviato nella propria porta il tiro vincente di Zaza. Sono scesi in campo anche Skjelbred, appena tornato all’Hertha, il mediano del Kaiserslautern Jenssen e l’ala dell’Hoffenheim Elyounoussi, che ha dato vivacità nella ripresa dopo aver sostituito l’attaccante del Braunschweig Nielsen.

Infine, clamorosa anche la sconfitta dell’Olanda, battuta nel recupero a Praga dalla Repubblica Ceca, complice anche un incredibile errore di Janmaat; senza gli infortunati Huntelaar, Van der Vaart e Robben gli orange hanno disputato una brutta partita, che equivale alla seconda sconfitta in due uscite sulla nuova panchina per Gus Hiddink. Tra i padroni di casa ottima la prova di Darida, centrocampista del Friburgo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS