Isis e Ucraina: Obama e Cameron uniti

82
0
CONDIVIDI

La Russia ha violato le regole con la sua annessione illegale e autoproclamata della Crimea e con l’invio di truppe sul suolo ucraino minacciando e minando le fondamenta di uno Stato sovrano”, così Obama e Cameron dalle pagine del Time, in un’intervista rilasciata alla vigilia del vertice Nato in Galles.

“Con la Russia che tenta di forzare uno Stato sovrano ad abbandonare il suo diritto alla democrazia e che decide il suo avvenire con le armi, dovremo sostenere il diritto dell’Ucraina a decidere del suo proprio avvenire democratico e proseguire nei nostri sforzi per rafforzare i mezzi dell’ Ucraina”.

Dura la posizione sullo Stato Islamico: “la nostra risolutezza collettiva è più forte che mai”, sostengono i due leaders. Washington e Londranon cederanno mai nella loro determinazione ad affrontare” minacce terroristiche. “Se i terroristi pensano che noi cederemo di fronte alle loro minacce, non possono sbagliarsi di più. Paesi come la Gran Bretagna e gli Stati Uniti non si lasceranno intimidire da barbari assassini“.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS