Nasce Apple Pay: il nuovo metodo di pagamento

1278
0
CONDIVIDI

Durante l’evento di San Francisco Apple non si è limitata a presentare i nuovi iPhone 6 e l’Apple Watch, ma ha anche annunciato ufficialmente un servizio innovativo e con enormi potenzialità, chiamato “Apple Pay”. Tale nuova funzionalità sfrutterà il chip NFC integrato nei nuovi melafonini per poter effettuare pagamenti rapidi e sicuri con l’iPhone e il Watch nei negozi che adotteranno questo nuovo sistema di pagamento.

DSC_4829

Pay ci permetterà dunque in poco tempo di sostituire completamente le carte, considerate ormai obsolete dalla società californiana, e comprare prodotti semplicemente avvicinano l’iPhone 6 o l’orologio di Apple al sensore NFC presente in negozio, dopo di che ci verrà chiesto di confermare il pagamento attraverso il Touch ID oppure inserendo il codice PIN.

Quando si parla di denaro però, la parola d’ordine è sempre “sicurezza”. Come ci assicura dunque Apple che i nostri soldi saranno al sicuro? Ovviamente attraverso un complesso sistema che cripterà i codici e i nostri dati personali, così nemmeno Apple potrà sapere quanto denaro abbiamo e nemmeno cosa compriamo e da chi, insomma tutto sarà protetto dalla Privacy. Nessuna informazione sarà condivisa con il venditore e sul telefono non compariranno i numeri delle carte né altre informazioni sensibili. Secondo Tim cook, tale sistema è infallibile e sicuro al 100%, fintanto che gli utenti saranno prudenti ed utilizzeranno il servizio secondo le regole.

DSC_4846

Il cuore di Apple Pay sarà la già conosciuta applicazione PassBook, fino ad ora poco utile, ma che da oggi si trasformerà a tutti gli effetti nel nostro portafogli, poiché grazie ad essa potremo monitorare tutti i movimenti fatti con le nostre carte e anche aggiungerle semplicemente scattando una foto alla carta fisica, in questo modo il sistema riconoscerà i codici e il tipo di carta inserendola tra le carte a disposizione.

Ovviamente l’azienda di Cupertino non ha parlato solamente dei pagamenti via NFC, ma anche di quelli online ed ha stretto delle partnership con alcuni grandi brand per portare questo innovativo servizio nelle nostre tasche. Sarà quindi possibile effettuare pagamenti online con le applicazioni e utilizzando il sensore di impronte digitali con i negozi/servizi come Sephora, Uber, Groupon, Disney e molti altri.

Inoltre saranno 22.000 i rivenditori che adotteranno nel giro di poco tempo negli USA questo servizio. Stiamo parlando di grandi catene come McDonalds, Subway, Duane Reade, Macy’s ed altri ancora. Insomma davvero moltissime potenzialità di crescita per il nuovo nato Apple Pay, che offrirà tutte queste possibilità non solo attraverso il telefono, ma anche attraverso il nuovo Watch di Apple, anch’esso dotato di chip NFC che ci consentirà di “pagare con il polso”.

DSC_4880

Gli accordi con le grandi banche non mancano così come quelli con i grandi nomi dei pagamenti elettronici, come VISA, American Express e MasterCard. Apple metterà dunque a disposizione un servizio nuovo, immediato, facile e sicuro per effettuare i pagamenti. Si tratta di una tecnologia davvero innovativa e ben realizzata che guarda dritta al futuro.

DSC_4789

Secondo Tim Cook, CEO di Apple, “tutti i precedenti tentativi di creare un pagamento mobile sono falliti, la maggior parte perché erano concentrati sul proprio interesse al posto che sull’esperienza utente”. E anche questa volta sarà proprio Apple a fare la differenza, mostrando agli altri la giusta strada da perseguire per ottenere risultati concreti. Questa strada un nome ce l’ha già, ed è “Apple Pay”. Peccato solo che il servizio rimane disponibile soltanto all’interno degli Stati Uniti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS