Muller piega la Scozia a fatica, paura per Reus

514
0
CONDIVIDI

 

Germania – Scozia 2-1

 

Germania:Neuer-Rudy, Boateng, Höwedes, Durm-Kramer, Kroos- Müller, Reus, Schürrle- Götze. All. Loew

Scozia: Marshall, Hutton, Whittaker, R.Martin, Hanley, Morrison, D.Fletcher, Mulgrew, Naismith, Bannan, Anya. All. Strachan

Arbitro: 18′ Muller, 66′ Anya, 70′ Muller
Marcatori: Svein Oddvar Moen

 

Davanti ai 60.000 del Westfalenstadion, la Germania batte la Scozia e conquista i primi tre punti del suo girone per le qualificazioni a Euro 2016. L’unica nota veramente positiva per Joachim Loew è infatti il ritorno alla vittoria dopo la debacle subita mercoledì scorso contro l’Argentina. I campioni del Mondo sono ancora lontani parenti della squadra spettacolare ammirata due mesi fa in Brasile, orfana di tanti senatori e uomini chiave a centrocampo come Ozil, Schweinsteiger e Khedira. Nei momenti difficili è uscito però il cuore degli uomini di Loew che per superare una Scozia rocciosa e messa benissimo in campo da Strachan, si è affidato ai gol del solito Thomas Mueller, decisivo come sempre quando la posta in palio ha un peso specifico importante. Da rivedere la scelta di schierare Rudy come terzino destro con il regista dell’Hoffenheim che sognava un esordio dal primo minuto sicuramente diverso. Discorso a parte invece per Marco Reus, uscito nel finale di gara per un colpo ricevuto alla caviglia sinistra, la stessa dell’infortunio subito prima del Mondiale. Tutto lo stadio ha trattenuto il respiro sperando che le condizioni del suo idolo non siano gravi come quelle di qualche mese fa. Domani mattina dopo gli esami strumentali se ne saprà di piu.

La gara – I campioni del Mondo partono subito forte cercando di schiacciare gli scozzesi nella loro metà campo. Uno dei più attivi è il solito Thomas Muller che dopo 8′ si divora il vantaggio di testa spedendo fuori di poco un cioccolatino servito da Durm con cross perfetto. La Scozia è solida ma fatica a costruire azioni degne di nota e al 18′ Muller si fa perdonare l’errore precedente infilando Marshall con un preciso destro sul palo lontano dopo un assist di Rudy. La Germania con la rete del suo attaccante principe scaccia via i fantasmi ma sotto rete si dimostra sempre imprecisa e non riesce a chiudere la gara. Ci prova Marco Reus di destro senza riuscire ad impensierire l’estremo difensore scozzese. Fino alla fine del primo tempo la Germania mantiene il controllo sulla partita con un possesso palla che sfiora il 74% ma la mancanza di un vero centravanti si fa sentire troppo e negli ultimi quindici metri gli uomini di Loew perdono di lucidità e incisività. Nella ripresa però oltre ai gol mancano anche le idee e la nazionale di Loew comincia a subire la pressione degli ospiti che con l’entrata in campo di Fletcher al posto di Bannan iniziano a mettere in difficoltà retroguardia tedesca. Dopo vari campanelli d’allarme la Scozia trova il pari al 66′ con Anya che dopo aver innescato il solito turbo è stato bravo a superare Neuer in sucita. La Germania ha il grande merito di non subire troppo il colpo e al 70′ torna nuovamente in vantaggio grazie ancora a Muller che in mischia alla sua maniera, dopo un angolo di Reus, di sinistro supera ancora Marshall. Il gol è solo un viatico però perchè la Scozia gioca meglio e fino al 90′ costringe i Campioni del Mondo a giocare sulla difensiva. Solo nel finale di partita prima Goetze e poi ancora Muller sfiorano il 3-1 ma senza riuscire a chiudere la gara. Era importante vincere per iniziare bene l’avventura nelle qualificazioni mondiali ma per vedere la vera Germania bisognerà attendere ancora il rientro degli uomini chiave come Schweinsteiger e Ozil. Complimenti alla Scozia di Strachan, squadra di livello e degno avversario del girone fino alla fine. Per avere lameglio su di loro e sulla Polonia, bisognerà cambiare marcia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS