HTC Desire 310: la recensione

3005
0
CONDIVIDI

Tutte le aziende possiedono tra i propri prodotti alcuni device di fascia medio bassa, creati appositamente per potersi garantire clienti di ogni tipo, ed offrire anche a quelli che non vogliono o non possono spendere tanti soldi per uno smartphone, una valida alternativa. HTC pur essendo sempre stata un azienda che non ha mai convinto con il low cost, visto che faceva pagare caro anche prodotti di media fascia, è riuscita questa volta ad abbandonare la sua mentalità per creare un dispositivo adatto a tutti. Lo smartphone che recensiamo oggi per voi è come avrete già intuito dal titolo l’HTC Desire 310, in vendita ad un prezzo inferiore ai 150 €, ma andiamo subito ad analizzare il prodotto.

Confezione

La confezione dell’HTC Desire 310 è molto semplice e contiene all’interno l’essenziale. Appena aperta troviamo all’interno due scompartimenti, in quello più grosso abbiamo il caricabatterie da parete di colore nero, il cavo USB-MicroUSB nero, un paio di cuffie nere con microfono incorporato, non di ottima fattura, e i vari libretti di istruzione con guida e garanzia. Mentre in quello più piccolo, troviamo il nostro smartphone.

IMG_5080

Design

Il design del device appare molto semplice ma allo stesso tempo ben strutturato, e la cosa non ci sorprende visto il marchio. Parliamo subito di dimensioni, abbiamo una lunghezza di 132,44 mm, per 68.03 mm di larghezza e 11,25 mm di spessore. Il peso è di circa 140 g, che non sono tanti ma abbastanza per farsi sentire. I materiali sono un policarbonato per la scocca posteriore disponibile in diverse colorazioni, nel nostro caso abbiamo un bianco opaco, leggermente poroso, che attira le impronte. Nella parte posteriore abbiamo il marchio HTC posto nel centro esatto della scocca, un piccolo altoparlante nel angolo in basso a destra, e infine il foro per la fotocamera da 5 MegaPixel posto in alto al centro. La scocca posteriore è facilmente rimovibile, e all’interno troviamo la batteria da 2000 mAh, lo slot per la SIM card e per una microSD. La porzione anteriore del dispositivo è costituita da un vetro antigraffio che protegge il display FWVGA da 4.5 pollici, con risoluzione 854×480 px, densità 218 ppi ed è priva di tasti fisici. Troviamo nel angolo in alto a destro la fotocamera anteriore VGA con registrazione video VGA, il rivelatore di prossimità e la capsula auricolare. Mancano sia il sensore di luminosità sia il LED di notifica. Gli unici tasti fisici sono posti nel profilo destro del device, e abbiamo il tasto di accensione/spegnimento e i due indicatori di volume. Infine troviamo l’ingresso Micro-USB nel margine superiore affiancato al jack audio da 3.5 mm.

Hardware

Per quanto riguarda l’hardware abbiamo un processore MediaTek MT6582M quad core da 1,3 GHz, che molti riconosceranno già, ebbene si è quello usato per i telefoni dual SIM. La RAM è da 1 GB, e dopo ore di utilizzo del telefono si sente tutta, mostrando anche momenti di vera lentezza, soprattutto nella navigazione web o nello store. Buona invece nell’esecuzione delle applicazioni, ho giocato qualche minuto a Cut the Rope 2 senza alcun problema di fluidità. La memoria interna è da 4 GB espandibile con la MicroSD fino a 32 GB. La connettività è HSUPA fino a 21 Mbps, mentre il Wifi 802.11 b/g/n è standard e non ho riscontrato grossi intoppi nella navigazione web. La batteria è il vero pezzo forte del Desire 310, infatti utilizzandolo con connessione 3G, Wifi, sono riuscito a farlo durare un intera giornata senza alcun problema. In modalità standby con il Wifi sempre inserito resiste anche più di 2 giorni. Nel complesso le componenti sono idonee con la tipologia di dispositivo, quindi possiamo ritenerci pressoché soddisfatti.

IMG_5072

Multimedialità

La fotocamera esterna come abbiamo già detto è un 5 MP con messa a fuoco fissa, forse la vera delusione di questo dispositivo. La risoluzione non è delle migliori e i colori si distaccano molto dalla realtà. La mancanza del LED Flash si fa sentire soprattutto in condizioni di scarsa luminosità, che rendono praticamente impossibile scattare una foto appena decente. Ma il problema principale è legato all’assenza del autofocus che impedisce di scattare foto ravvicinate. La registrazione video è a 1080p Full HD, e tutto sommato ci è sembrata di qualità quasi buona, di certo l’elemento migliore nel complesso. Per quanto riguarda la fotocamera interna, vista la scarsa qualità non ci sentiamo di rilasciare un commento, di sicuro non è un telefono adatto agli amanti dei selfie. Per quanto riguarda la connettività abbiamo a disposizione il Bluetooth 4.0 con aptX, sistema GPS/AGPS+GLONASS e Wifi, di cui abbiamo parlato prima. La navigazione è buona, ma fornisce solo le informazioni principali, e non da notizie sul traffico ne sui limiti di velocità.

Software

Partiamo subito dal sistema operativo, abbiamo Android 4.2.2 Jelly Bean, con interfaccia utente HTC Sense 5.1 che offre l’aggregatore Blinkfeed e la possibilità di organizzare i contenuti a proprio piacimento. Mancano tuttavia i tipici widget di HTC e soprattutto le applicazioni, una grossa delusione rispetto a ciò che HTC ha da offrire. Blinkfeed funziona davvero bene, comodo soprattutto perché permette ad ogni utente di configurare la schermata home come meglio crede, in modo da poter aver sempre a portata di dito tutti i contenuti più importanti. Il processore MediaTek offre numerose funzionalità tipiche di un telefono dual SIM, come la possibilità di gestire i profili audio e di accendere o spegnere il telefono in orari prestabiliti, tuttavia spegne completamente la personalità di HTC che in questo device appare abbastanza assente. Potete acquistare HTC Desire 310 su Amazon in sconto nella colorazione blu scuro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS