Freeletics

12009
0
CONDIVIDI

Freeletics (oltre ad essere difficile da pronunciare) è una nuova concezione del fitness inteso come allenamento fatto a circuito con carico fisiologico (senza l’utilizzo di sovraccarichi sfruttando il solo peso del corpo). I concetti portati avanti da questa nuova disciplina non sono certo nuovi ne innovativi, potremmo trovarci davanti ad una rivoluzione o all’ennesimo brand nato nel mondo del fitness. Scopriamo insieme cosa è e come funziona il Freeletics.

Quattro giorni la settimana, 60 minuti di allenamento, una serie di esercizi (più o meno complicati) da eseguire a corpo libero e pochi metri quadri nei quali potersi muovere in libertà. Questi sono gli elementi principali del Freeletics in grado di regalarci un fisico invidiabile in 15 settimane (105 giorni)! Potrebbe sembrare il Santo Graal del fitness e dell’allenamento ma è sempre meglio porsi qualche domanda e farsi venire qualche dubbio sulle cose troppo facili.

exerceo-allenamento-fitness-freeletics-crossfit-salute-benessere

Gli esercizi proposti da questa “disciplina” (denominati come alcune della divinità dell’antica Grecia) come: Squat, Burpees, Push-up, Sit-up, corsa sul posto, ecc… possono sembrare semplici ma fatti per un elevato numero di ripetizioni (come richiederebbe il protocollo del Freeletics), in maniera consecutiva, senza o con pause limitatissime e per una durata di circa 60 minuti potrebbero rivelarsi una impresa veramente ardua e senza dubbio non adatta a tutti i livelli di preparazione. In questo video vediamo una parte di una seduta d’allenamento svolta secondo il metodo Freeletics:

Portare a termine una seduta del genere non è assolutamente facile! Dobbiamo anche dire che il Freeletics è diviso in diversi livelli in base al grado di preparazione di chi lo affronta ma resta comunque una attività ad alta intensità che sarebbe meglio svolgere sotto il controllo di un bravo allenatore e prestando la massima attenzione ai “segnali” che il nostro corpo ci invia non chiedendo troppo all’organismo (almeno nelle prime settimane di allenamento). Il Freeletics è veramente l’innovazione che sembra essere? Noi pensiamo di no, non c’è nulla di nuovo in questo protocollo di allenamento che prende spunti dal Circuit Training, dall’Interval Training e anche dal CrossFit. Praticarlo richiede conoscenza degli esercizi, costanza e preparazione. Quindi non è per tutti! Concludiamo questa piccola recensione del Freeletics dicendo che non è importante come si chiami la disciplina che statiamo seguendo, allenarsi è importante e farlo in sicurezza e seguiti da persone competenti è fondamentale. A presto e buon allenamento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS