Schalke sorpreso all’esordio, l’Hannover si prende i 3 punti

50
0
CONDIVIDI

1a Giornata Bundesliga

HDI-Arena, Hannover

Hannover – Schalke 04   2 – 1

 

Hannover : Zieler – Pander – Schulz – Marcelo – Sakai – Andreasen – Schmiedebach – Albornoz – Prib – Bittencourt – Joselu   All. Korkut

Schalke 04 : Fahrmann – Ayhan – Howedes – Matip – Kolasinac – Neustadter – Draxler – Choupo-Moting – Huntelaar   All. Keller

Arbitro : Peter Gagelmann

Marcatori : 47′ Huntelaar (S) – 67′ Prib (H) 70′ Joselu (H)

Primo Sabato di Bundesliga, ritorno in campo col botto per un campionato che si ritrova più che mai con i riflettori puntati addosso, complice la nazionale Tedesca fresca vincitrice del mondiale ed un livello delle proprie squadre sempre più alto, tra queste potranno dire certamente la loro l’Hannover che cerca il riscatto dopo una stagione non certo esaltante e lo Schalke di Keller, che guida il gruppone dei comuni mortali, dietro gli extraterrestri Bayern e Borussia.

Come al solito il pubblico Tedesco non tradisce le aspettative e riempe in ogni ordine di posto l’HDI Arena di Hannover per quello che sembra essere uno dei match più equilibrati di questa prima giornata, gustoso antipasto della gara in programma alle 18.30 tra Borussia Dortmund e Bayer Leverkusen. Diversi i volti nuovi tra le compagini in campo, lo Schalke ha rafforzato le proprie corsie esterne con l’arrivo di Sidney Sam, Choupo Moting e Aogo. Il colpo invece in casa Hannover porta il nome di Joselu, l’attaccante Spagnolo reduce da una buona stagione all’Heintracht Francoforte dovrà rimpiazzare Ya Konan, attratto dai petroldollari dell’Al Hittihad.

LA GARA : Partita scorbutica, contrariamente agli standard Tedeschi l’intensità tarda a salire e nei primi minuti si assiste ad uno studio delle due squadre, dove si fanno leggermente preferire gli ospiti, se non altro per un maggior possesso palla e la volontà di provarci tenendo spesso gli esterni alti a supporto di Huntelaar nella metà campo avversaria. Ciò che ne consegue è una scarsissima quantità di emozioni e la prima vera occasione da gol che arriva solo al 44′ quando quando è proprio l’attaccante Olandese dello Schalke a rendersi pericoloso, il suo tirò però esalta Zieler che si produce in una splendida parata all’angolino alto.

Bisogna attendere la ripresa per rendersi conto di assistere ad una gara di Bundesliga, il secondo tempo infatti regala capovolgimenti di fronte, azioni d’attacco continue e soprattutto i gol, tanti gol, che caratterizzano le gare in Germania. Apre le danze lo Schalke, riprendendo da dove aveva lasciato nella prima frazione, ossia dal proprio cannoniere, stavolta Huntelaar è facilitato dal compito di battere Zieler dall’ottima azione dei propri compagni che lo mettono nelle condizioni di segnare a porta sguarnita portando in vantaggio lo Schalke.                                                              Strada spianata per gli uomini di Keller ? macchè ! il gol ha il merito di svegliare l’Hannover che, per la gioia dei propri tifosi, si scuote ed inizia a giocare alzando notevolmente il proprio baricentro, offendendo come non gli era riuscito prima di allora e riuscendo a mettere in difficoltà gli ospiti. Esattamente venti minuti dopo aver subito il gol dello svantaggio ecco arrivare la svolta per i ragazzi di Korkut, due azioni in sequenza, due azioni in velocità e l’Hannover in una manciata di secondi è addirittura avanti. Sul primo gol gran parte del merito è di Bittencourt che si invola sulla fascia destra e serve a Prib una pallone fin troppo invitante, pochi minuti e Joselu chiude i conti, altra azione in velocità, pallone per la punta Spagnola che dai venticinque metri lascia partire una fiondata sul primo palo, un pallone a mezz’aria che non lascia scampo a Fahrmann.

Dopo aver trovato il vantaggio l‘Hannover regge, lo Schalke non riesce a pungere, anzi è ancora Joselu ad andare vicino al gol ma il suo colpo di testa si stampa sulla traversa, è l’ultima azione degna di nota, l’ambizioso Schalke di Keller trova una sconfitta all’esordio e avrà da recriminare non poco, una volta andata in vantaggio la sua squadra ha perso la testa subendo due gol in contropiede, mostrando oltre ad un crollo psicologico anche un evidente calo fisico, ne ha approfittato un Hannover non brilantissimo ma che ha saputo colpire al momento giusto. La rosa a disposizione di Korkut, numericamente non ampissima, potrà comunque sfruttare l’assenza dalle coppe Europee concentrandosi sul campionato con la possibilità di regalarsi diverse soddisfazioni. Lo Schalke invece deve ripartire subito, il ritmo che probabilmente terranno le squadre di vertice sarà altissimo e perdere punti all’inizio potrebbe voler dire non riuscire a colmare il gap durante la stagione, con il mercato ancora aperto non sarebbe azzardato pensare ad un uomo di interdizione a centrocampo o un ulteriore rinforzo dietro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS