Julian Assange lascerà presto l’ambasciata ecuadoriana

678
0
CONDIVIDI

Il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange ha dichiarato che lascerà presto l’ambasciata ecuadoriana a Londra, una mossa che potrebbe mettere fine ad una situazione di stallo con le autorità che dura ormai da due anni. Assange vive presso l’ambasciata, dove aveva richiesto asilo dal 2012, dopo che i servizi di investigazione svedesi lo avevano convocato per rispondere di alcune accuse di violenza sessuale. Assange lasciando l’ambasciata ecuadoriana verrà molto probabilmente arrestato e il rischio di una sua estradizione negli Stati Uniti, dove il Dipartimento di Giustizia americano nel 2010 aveva avviato delle indagini su WikiLeaks per la diffusione di documentazione top secret, è dietro l’angolo.

In una conferenza stampa convocata lunedì Assange ha comunicato ai giornalisti che lascerà presto l’ambasciata, ma non per ragioni legate alla stampa di Murdoch. Le ultime informazioni su Julian dicono che ha bisogno di cure mediche per malattie cardiache e polmonari e per i valori molto bassi di vitamina D a causa della mancanza di luce solare. Alla conferenza stampa, Assange ha lasciato intendere che in questi ha dovuto affrontare diverse problemi con la sua salute, senza però spiegarne i motivi. Durante la dichiarazione non ha fornito dettagli su quando e come lascerà l’ambasciata, aggiungendo un ulteriore mistero a questo intrigo interazionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS