Brown: sei colpi. Caos scontri, schierata la guardia nazionale

79
0
CONDIVIDI

I risultati dell’autopsia indipendente richiesta dalla famiglia di Michael Brown hanno rivelato che a colpire il giovane sono stati sei proiettili, due dei quali alla testa. Uno dei proiettili è entrato nella parte superiore del cranio, dato che indica che la testa era piegata in avanti quando il colpo ha raggiunto il ragazzo. Intanto a Ferguson non si arrestano gli scontri e le proteste per l’uccisione del giovane.

Un centinaio di persone hanno marciato verso una stazione di polizia, violando la seconda notte di coprifuoco. Il governatore del Missouri, Jay Nixon, ha deciso di far intervenire la Guardia nazionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS