Fotoreporter morto a Gaza, l’autopsia: letali ferite scoppio

46
0
CONDIVIDI

Simone Camilli, il fotoreporter italiano scomparso il 14 agosto a Gaza mentre riprendeva il disinnesco di un missile inesploso (di cui vi abbiamo già parlato qui), è morto “a causa delle ferite riportate dallo scoppio dell’ordigno”. A confermarlo i primi risultati dell’autopsia svolta presso l’Istituto di medicina legale della Sapienza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS