Simone Camilli, ecco il nome del fotoreporter italiano morto a Gaza

33
0
CONDIVIDI

Dopo alcune ore con il fiato sospeso, la conferma ufficiale è arrivata: il reporter rimasto ucciso a Gaza è italiano e aveva 35 anni. Simone Camilli, questo il suo nome, è cresciuto nelle fila dell’Associated Press, lavorando come giornalista in posti di guerra quali il Libano, Kosovo e Israele, non ultimo proprio Gaza. La morte sarebbe avvenuta per colpa della deflagrazione di un ordigno, che lo avrebbe ucciso sul colpo.

Il papà di Simone, Pierluigi Camilli, oggi sindaco di Pitigliano, ha parlato ai giornalisti dicendosi molto amareggiato per la notizia, ma allo stesso tempo fiero della passione che il figlio ha sempre voluto perseguire, soprattutto in questi ultimi anni di vita, che lo hanno tenuto spesso lontano dalla famiglia. Il ricordo di Pierluigi Camilli si rifà anche a qualche giorno fa, grazie ad un piccolo periodo di pausa che Simone avrebbe passato in Toscana con la propria famiglia, per poi ripartire.

Queste le parole di Pierluigi Camilli:

Con Simone avevo parlato l’altro giorno. Gli avevo detto di stare attento ma mi aveva risposto di non preoccuparmi, che la situazione era tranquilla. Sono fiero di Simone: aveva questo lavoro nel sangue. Ma è difficile parlare quando muore in questo modo un ragazzo di 35 anni. Viveva da lungo tempo in quella zona, ma in passato ha seguito anche altri conflitti in zone difficili del mondo, autore di numerosi reportage. E’ sempre stato in prima linea. Sono fiero di lui.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS