Mangiare mele migliora la sessualità femminile

380
0
CONDIVIDI
Mela sesso

Chi mangia mele ha una migliore attività sessuale. Più felice, più consapevole, più regolare. Questo è quello che emerge da una ricerca condotta presso l’ospedale Santa Chiara di Trento, in collaborazione con la Fondazione Edmund mach, poi pubblicata su “Archives of Gynecology and Obstretics”.

Lo studio è stato finalizzato a stabilire se vi fosse un possibile nesso tra consumo di mele e qualità della vita sessuale femminile. Ciò che si voleva rilevare se consumare una o più mele al giorno da parte di donne con vita sessuale attiva potesse migliorare il grado di soddisfazione sessuale generale da esse percepito.

Mangiare mele migliora l’attività sessuale femminile

I soggetti della ricerca erano 700 donne, con una età compresa tra i 18 ed i 43 anni, suddivise in due gruppi. Il primo gruppo era costituito da donne che assumevano regolarmente una o due mele quotidianamente, mentre il secondo gruppo, no. Quindi, ai due diversi gruppi di donne è stato somministrato un questionario, il Female Sexual Funcion Index, per misurare il grado di soddisfazione sessuale da loro sperimentato.

Dai risultati del questionario, è emerso che le donne con vita sessuale attiva che assumevano quotidianamente questo frutto sperimentavano e dichiaravano in linea generale, un maggior livello di soddisfazione sessuale, con un maggior numero di rapporti regolari nell’ambito della loro vita di coppia, una migliore lubrificazione ed un più facile raggiungimento dell’orgasmo.

Poiché la mela, da sempre noto come il biblico “frutto del peccato”, è in realtà molto ricca di antiossidanti che sono oligoelementi che migliorano la circolazione favorendo anche l’afflusso di sangue nelle parti intime e considerando che ciò è correlato ad un aumento dell’eccitazione è possibile che questa sia una delle possibili spiegazioni del fenomeno rilevato dai ricercatori.

Inoltre,  non bisogna trascurare il fatto che nella buccia del frutto, vi è un’alta concentrazione di florizina, che è simile all’estradiolo che è ormone fondamentale per la sessualità femminile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS