Alcune caratteristiche del disturbo ossessivo compulsivo

333
0
CONDIVIDI

Il Disturbo Ossessivo Compulsivo (OCD) è un disturbo d’ansia  caratterizzato da pensieri ricorrenti e spesso inquietanti (chiamati ossessioni) e/o ripetitivi, da comportamenti ritualizzati che la persona non può evitare di eseguire (chiamati compulsioni).

Le ossessioni possono a volte assumere la forma di immagini intrusive o impulsi indesiderati. La maggior parte delle persone con OCD soffrono sia di ossessioni che di compulsioni, ma una piccola minoranza di esse (circa il 20%) hanno invece solo ossessioni oppure solo compulsioni  (circa 10%). La persona con disturbo ossessivo compulsivo è cosciente in genere della assurdità del contenuto delle idee e dei comportamenti che è spinta a compiere – esse sono quindi “ego-distoniche” – e di solito cerca di respingere attivamente le ossessioni o di neutralizzarle impegnandosi però in delle compulsioni oppure di evitare ab initio situazioni che li scatenano.

Nella maggior parte dei casi, la funzione delle compulsioni è quella di alleviare l’ansia. Tuttavia, non è raro che le compulsioni stesse possano causare ansia soprattutto quando diventano molto persistenti occupando tempo e molte energie psicoemotive dell’individuo. La maggior parte soffre di OCD hanno diversi tipi di ossessione e compulsione.

Molte persone con OCD si  lamentano, durante una consultazione psichiatrica e psicologica, principalmente da sintomi ossessivo-compulsivi legati al problema della contaminazione. Vediamo ora sotto alcuni esempi di ossessioni e compulsioni. I tipi comuni di ossessioni sono relativi a problemi di contaminazione quali:

Quella dovuta a:

  •  sporco, germi o malattia.

Alla paura di poter essere responsabile di qualche danno come:

  • un incendio o di altro atto aggressivo spesso di tipo devastante

Alla paura di  essere sopraffatto da un impulso indesiderato ed intrusivo che possa spingere a fare del male, nello specifico:

  • poter danneggiare una persona cara (molto comune)

Alla sensazione penosa di sentirsi costretto a pensare pensieri con contenuti inaccettabili come:

  •  pensieri sessuali osceni
  •  religiosi di tipo sacrilego (qual, ad esempio immagini sacrileghe di Gesù Cristo)

Tre aspetti caratteristici a livello emotivo di questo disturbo, sembrano essere la paura , l’aggressività ed il senso costrizione, dovuti ad uno standard morale elevato e rigido della persona. Spesso, soprattutto in chi è caratterizzato da una vera e propria  personalità ossessivo/compulsiva, è presente un’altra caratteristica di questo disturbo cioè:

  • la necessità di ordine e simmetria 

Le compulsioni più comuni comprendono in primo luogo:

  • la pulizia eccessiva con un lavarsi le mani ritualizzato
  • controllare, ordinare e organizzare rituali
  • contare
  • ripetere attività di routine (uscire ed entrare dalla porta di una stanza o di casa )
  • di accaparramento (come fare la raccolta di oggetti inutili)

Mentre la maggior parte compulsioni sono comportamenti osservabili (ad esempio, il lavaggio delle mani), alcune di esse sono invece rappresentate invece esclusivamente da rituali mentali (ad esempio,la recitazione silenziosa di parole senza senso per poter sconfiggere un’immagine orribile che si presenta in modo persistente).

Un tratto distintivo del disturbo ossessivo compulsivo è che la persona riconosce che i suoi pensieri o comportamenti, legati a paure ed atti soprattutto scaramantici,sono senza senso ed eccessivi. Tuttavia, la spinta nel compierli può essere così forte che la persona può diventare quasi grottesca per il senso di costrizione che la spinge a fare alcune cose anche se sa che esse non hanno senso.  La clinica riporta di una donna con OCD negli Usa, ad esempio,  trascorse molte ore ogni sera, effettuando continui controlli tra i rifiuti domestici per assicurarsi che nulla di valore fosse stato scartato nonostante fosse perfettamente consapevole di non possedere in casa niente per cui valesse la pena farlo, cioè di non avere in realtà nulla di valore che avrebbe potuto buttare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS