Occhio secco: è la sindrome di chi passa troppe ore davanti al computer

247
0
CONDIVIDI

Stare troppe ora davanti al computer può causa la sindrome dell’occhio secco. Uno studio condotto da Yuichi Uchino, ricercatore del Dipartimento di Oftalmologia della Keio University di Tokio e pubblicato su JAMA Ophthalmology. ha rivelato che, in queste situazioni, a giocare un ruolo determinante è una proteina presente nelle lacrime, la MUC5AC, che lubrifica l’occhio.

La ricerca ha interessato 96 persone di età medi di 42 anni che passavano circa 8,2 ore davanti allo schermo del computer. Tra questi, al 9% dei partecipanti è stata diagnosticata la sindrome dell’occhio secco: in questi casi, i livelli di MUC5AC erano significativamente inferiori rispetto a quelli rilevati negli altri partecipanti (3,5 ng/mg contro 8,2 ng/mg).

In particolare, chi ha usato il computer per più di 7 ore al giorno ha avuto una riduzione delle concentrazioni di MUC5AC dai 9,6 ng/mg a 5,9 ng/mg rispetto a chi usava i computer meno di 5 ore al giorno.

La sindrome dell’occhio secco può compromettere il normale svolgimento delle attività quotidiane.

I nostri dati – spiega Uchino – significano che la mucina secreta (MUC5AC), che è un lubrificante delle lacrime umane, diminuisce nelle persone che usano il computer. Per di più i nostri dati dimostrano che il gruppo con gli occhi stressati ha concentrazioni significativamente inferiori di MUC5AC nelle lacrime”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS