Come si struttura un percorso psicoterapeutico?

314
0
CONDIVIDI

Un percorso psicoterapeutico è un trattamento clinico la cui durata può variare in funzione dell’entità del problema e della fase evolutiva o del ciclo di vita in cui si trova il paziente. Un percorso terapeutico, si può, in ogni caso, suddividere in alcune fasi. A fini esemplificativi faremo qui riferimento alla struttura di un percorso di psicoterapia ad orientamento cognitivo/comportamentale.

La fase diagnostica in cui il paziente e il terapeuta collaborano attivamente per giungere ad una conoscenza nella conoscenza della natura e delle cause del problema.

Come si sviluppa la fase diagnostica?

Attraverso il colloquio e con l’ausilio di test di personalità, si cerca di definire il disagio portato dal cliente paziente. Il trattamento psicoterapeutico in cui il paziente ed il terapeuta sono impegnati ad individuare e pianificare, in modo collaborativo e condiviso, degli obiettivi da raggiungere e nella individuazione delle strategie più idonee da adottare. Una volta individuate le caratteristiche di criticità e le risorse sia evidenti che latenti del paziente risulterà, per entrambi i membri della coppia terapeutica, più agevole procedere nel trattamento.

Attraverso il colloquio e l’utilizzo di tecniche specifiche di matrice cognitivo-comportamentale o comportamentali si può ottenere a breve e medio termine che alcuni aspetti del repertorio di comportamenti e dei pensieri che per il paziente costituiscono il nucleo dei suoi sintomi e della sua sofferenza, si indeboliscano e che allo sesso tempo egli inizi a sperimentare dei benefici ed un maggiore benessere e libertà d’azione.

La fase del monitoraggio e dei risultati durante la quale il paziente e il terapeuta verificano il persistere dei benefici e gradualmente si procede alla risoluzione del contratto terapeutico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS