Taxi Uber: un nemico per tassisti di tutta Europa

474
0
CONDIVIDI

La notizia forse non è arrivata nelle nostre case direttamente ma i tassisti di tutta Europa all’inizio di questo settimana hanno fatto un giorno di sciopero per protestare contro la concorrenza da Uber, società di taxi concorrente. Il suo effetto però non gli ha portato benefici, perchè a sopperire alla mancanza dei tassiti classici c’era Uber, la causa della loro protesta. A Londra, ben 10.000 dei 22.000 taxi neri della città ha scioperato, a Berlino 300 dei 1.000 tassisti. A Parigi, non c’erano taxi in giro e il servizio della tanto odiata Uber era ininterrotto.

Ma a questo punto vi chiederete del perchè di questa protesta e perchè Uber è tanto odiata in uttta Europa: i motivi di questa protesta sono i prezzi molto bassi e delle promozioni con sconti del 50% su alcuni pacchetti, come condividere la corsa con un amico. Grazie a questo sciopero la società ha ottenuto un incremento del 850%. Questa protesta è stato un vero e proprio autogol per i tassisti non c’è dubbio. A parte questo i tassisti in Europa hanno un diversi motivi per essere arrabbiati, perchè sono stati rapidamente sostituiti da un servizio altrettanto veloce ma molto più conveniente.

Per un turista che ha poca padronanza della lingua locale, le auto di Uber sono più facili da chiamare e soprattutto da pagare, dal momento che non c’è bisogno di portare denaro contante, grazie alla possibilità di pagare con carta di credito. Le auto di Uber sono più moderne, più confortevoli e di solito più pulito e infine se per un normale taxi dobbiamo aspettare senza sapere quanto con Uber e la sua applicazione è possibile sapere esattamente quanto tempo manca al suo arrivo.

Tante comodità non c’è dubbio ma va considerato anche che i tassisti sono soggetti ad una regolamentazione restrittiva che fa aumentare i costi e diminurire le comodità per i clienti. Una licenza taxi a Parigi costa circa 200.000 euro, il che significa che per essere un autista è necessario avere un buon conto in banca oppure effettuare un mutuo di molti anni. Vedendo queste cose si può capire il punto di vista dei tassisti, mentre stanno facendo sacrifici a causa di questo enorme, rispettando anche la legge, ecco che arriva un esercito di autisti concorrenti che ignorando completamente le regole della licenza, rubano letteralmente i clienti.

Come al solito le leggi in certi casi vengono raggirate e a pagare alla fine sono sempre quelli che fanno sacrifici nel rispetto della legge, certo, anche noi italiani ne sappiano qualcosa in fatto di taxi e possiamo capire benissimo queste persone che protestano vedendosi soffiare sotto il naso i clienti in un modo non troppo corretto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS