È boom di crowdfunding in Italia

133
0
CONDIVIDI

Il crowdfunding o finanziamento della folla è un sistema di raccolta fondi sociali e collettivi per progetti di diversa natura solitamente imprenditoriali. Se non ne avete sentito mai parlare non c’è da preoccuparsi, il crowfunding è ancora un sistema emergente e di nicchia, ma che per adesso vale già più di 30 milioni. In Italia sono 54 le piattaforme su cui è possibile praticare il crowdfunding e le idee ricevute sono state 50.000 di cui il 35% è stato realmente realizzato.

Una realtà dinamica quella del crowdfunding che si adatta al meglio in realtà imprenditoriali creative o rivolte al web. Numerose le startup che hanno tratto finanziamenti e benefici da questo tipo di finanziamento in cui i singoli e la capacità di fare rete sono al primo posto.

In Italia sta infatti nascendo un nuovo tipo di imprenditoria, guida dai giovani in cui il networking è diventato un perno fondante. Oggi infatti le realtà più dinamiche si basano su modelli orizzontali e in cui la differenza tra online ed offline sembra non persistere più.

La parola crowdfunding indica già la propria natura collettiva in quanto crowd significa folla e founding fondi. Dunque il crowdfunding è un metodo di raccolta di finanziamenti collettivo. Il crowdfunding è un ottimo metodo, soprattutto in momenti di crisi economica e di difficoltà di accesso al credito, in quanto permet di raccogliere finanziamenti per dei progetti attraverso tante piccole donazioni che vengono erogate dagli utenti.

Dunque, proprio perché sono gli utenti a decidere se e quanto investire in un progetto è molto importante la diffusione e la visibiltà di questo affinché esso possa ricevere i propri finanziamenti e dunque realizzarsi. Questo tipo di raccolta fondi quindi tende a premiare, attraverso il giudizio inappellabile degli utenti, i progetti che appaiono più validi, ma sicuramente anche quelli che sono in grado di farsi conoscere maggiormente. Infatti vien da sé che un progetto che ha maggiore visibilità avrà più possibilità di raggiungere un maggior numero di persone e di raccogliere una più elevata quantità di fondi.

Proprio per questo motivo il funzionamento del crowdfunding infatti ha molte similitudini con i socialnetwork che vanno dall’idea di comunità a quella di viralità di un progetto.

Per questo motivo il crowdfunding è soprattutto terreno della giovane imprenditoria. Sappiamo infatti come in Italia sia abbastanza difficile trovare imprenditori di successo che siano apertamente web-friendly a parte sparuti casi come nel caso degli aggiornamenti di Francesco Corallo o dei profili Twitter di importanti uomini d’affari quali Vincenzo Novari CEO di 4 italia.

Quello del crowdfunding sembra un processo solo all’inizio del proprio successo ed in costante crescita. Negli ultimi sette mesi si è registrato in Italia un aumento del 30% delle piattaforme dedicate a questa forma di finanziamento e di 11 milioni nel volume degli investimenti.

Il tipo di finanziamenti più usati sono quelli reward-based nei quali si riceve in cambio del finanziamento una ricompensa non in denaro, ma esistono anche quelli donation-based in cui si fanno donazioni per sostenere una causa senza ricevere nulla in cambio e quelli lending-based che consistono in prestiti tra privati con relativi interessi, ed infine gli equity-based in cui si acquista un titolo di partecipazione alla società.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS