La storia della kryptonite

97
0
CONDIVIDI

Due premi Nobel, William Ramsay (1852-1916) e Lord Rayleigh (1842-1919), vollero scoprire perché l’azoto dell’atmosfera fosse più denso di quello derivato da fonti chimiche. Cosi nel 1894 annunciavano la scoperta di un nuovo elemento chimico, l’argon. Quel gas infatti era il primo della serie dei pigri, o meglio dei gas inerti, a essere scoperto. Nel giro di qualche anno la lista si allungò, scoprendo anche l’elio, il neon, lo xenon e soprattutto il krypton, l’elemento chimico che Superman avrebbe portato alla notorietà con la famosa kryptonite.

In chimica il krypton è un gas inerte, senza colore, senza odore e senza sapore, usato in qualche lampada a fluorescenza, nei flash di alcune macchinette fotografiche e in qualche insegna luminosa, ma tutti lo associamo al punto debole del famoso supereroe in calzamaglia. Infatti Krypton è il nome del pianeta d’origine di Kal-El, arrivato sulla Terra in una navicella spaziale e adottato dai coniugi Kent con il nome di Clark. La kryptonite, invece, è il tallone d’Achille di Superman (Clark per gli umani): se verde, infatti, può essergli fatale, indebolendolo e togliendogli tutti i superpoteri.

fonte | Wired

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS