5 miti da sfatare sulla caffeina

250
0
CONDIVIDI

Amanti del caffe? Molti di noi non possono nemmeno immaginare di iniziare una giornata senza una tazzina di caffè, per la maggior parte delle persone rappresenta un rituale irrinunciabile. Dall’altra parte ci sono coloro che orgogliosamente hanno rinunciato al caffè, e ne fanno una questione quasi maniacale per quello che considerano il farmaco più diffuso al mondo. Gran parte della confusione deriva da alcune credenze e miti sugli effetti negativi della caffeina. Qui, abbiamo ripreso alcuni miti sulla caffeina.

Mito 1: La caffeina causa disidratazione.

Si, la caffeina ha un effetto diuretico, ma l’effetto viene comunque compensato dall’acqua assunta con la bevanda, sia essa caffè o drink energetico. Inoltre uno studio 2014 suggerisce che i bevitori abituali di caffè possono generare una forma resistenza agli effetti potenziali di disidratazione.

Mito 2: decaffeinato non vi dà una scossa.

Consumer Reports ha testato 36 tazze di caffè decaffeinato nel 2007 e ha scoperto come alcuni contenevano circa 20 milligrammi di caffeina, molto meno di una tazzina di caffè, ma non nulla (una tazza tipica ha circa 95-200 milligrammi). Uno studio del 2006 presso l’Università della Florida ha anche determinato che il caffè decaffeinato non significa privo di caffeina. “Se qualcuno beve cinque a 10 tazze di caffè decaffeinato, la dose di caffeina potrebbe facilmente raggiungere il livello contenuto in una o due tazzine di caffè con caffeina”, ha detto il professor Bruce Goldberger coautore dello studio.

Mito 3: La caffeina aiuta a smaltire la sbornia.

Insieme a una doccia fredda, la caffeina è una tattica antica adottata da molti per superare “l’Hangover”. Uno studio del 2009 ha esaminato gli effetti della caffeina nei topi cui era stato dato da bere dell’alcool. I topi che avevano assunto caffeina erano più attenti rispetto agli altri ma, hanno avuto maggiore difficoltà a girare in un labirinto rispetto ai topi che erano sobri. ” Il mito dei poteri anti sbornia del caffè è particolarmente importante da sfatare perché l’assunzione di caffeina e alcol potrebbe effettivamente portare a decisioni sbagliate con esiti disastrosi ” ha detto il coautore dello studio professore Thomas Gould.

Mito 4: La caffeina fa solo male.

Ovviamente ci sono dei rischi, in particolare con alte dosi di caffeina, ma ha anche alcuni vantaggi. Ad esempio, la caffeina sembra ridurre il rischio e sintomi del morbo di Parkinson, e può scongiurare l’insorgenza dell’Alzheimer.

Mito 5: Caffeina aiuta a perdere peso.

La caffeina sembra aumentare leggermente il metabolismo, secondo un rapporto 2010 pubblicato sull’International Journal of Obesity. Tuttavia, gli effetti non sono modesti e non portano a una “significativa o permanente perdita di peso “, scrive  Katherine Zeratsky della Mayo Clinic. Un paio di tazze di caffè non sono la risposta all’epidemia di obesità, soprattutto se si considera che molti di noi lo prendono con abbondanti quantità di zucchero .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS