Avena, perché usarla: ecco tutti i benefici che porta

917
0
CONDIVIDI
avena

L’avena è un ottimo alimento per la prima colazione, soprattutto se mangiata con del latte parzialmente scremato o comunque con un basso tenore di grassi e con un frutto oppure, una piccola macedonia. Può fornire energia e tenere lontana la fame per molte ore dato il suo alto potere saziante.

Se si pratica uno sport, costituisce un alimento molto utile sia nel caso si debba perdere o aumentare peso a causa dei carboidrati che contiene e che donano all’organismo umano molti benefici; è inoltre un alimento a basso indice glicemico ma nonostante ciò, molto saziante.

Prima di un allenamento si può prendere ad esempio, un pò di avena insieme ad un frullato di frutta.
L’avena è ricca di betaaglucani che aiutano a ridurre il colesteolo e a mantenere sotto cotrollo il peso; inoltre, grazie ad una equilibrata distribuzione degli zuccheri, è di supporto nel controllo dell’insulina della glicemia.

Può essere mangiata tranquillamente da persone affette da diabete, che anzi, possono giovarsi dei suoi effetti benefici. Le sue fibre sono ottime per aiutare un intestino pigro, in particolare l’avena integrale ancora non molto diffusa. Grazie al lento periodo di assobimento nell’organismo ed al conseguente potere saziante, è molto utile quando si segue una dieta come carboidrato principale, anche in forma di pasta come primo piatto del pranzo.

Attuamente è possibile reperire in commercio l’avena in delle confezioni in forma di cereali per le la prima colazione, in forma di fiocchi che in forma di pasta da cuocere.
Tra le princiali qualità riconosciute all’avena, ricordiamo i seguenti:

  • POTERE SAZIANTE

Ciò che conferisce all’avena un grande potere saziante sono i betaglucani e le fibre. I betaglucani rallentano lo svuotamento gastrico contribuendo all’appagamento dell’appetito ed allo stesso tempo riducono l’assorbimento delle calorie e dei grassi ingeriti che in grande quantità sono o, grazie all’effetto di questo cereale , eliminati dall’ intestino.

  • ABBASSA IL COLESTEROLO

Sempre i betagluceni contenuti nell’avena sono utilissimi per contrastare il colesterolo circolante; per averne un effetto benefico massimo in tal senso, bisognerebbe mangiarne circa 3 grammi quotidianamente.

  • PROTEGGE IL CUORE

Secodo la FDA (Food & Drug Administration) è molto utile mangiare una quantità di avena quotidianamente che permetta di assumere 3 grammi al giorno di etaglucai, che è la quantità che questo raccomanda ai fini della salute del proprio cuore.

La Finnish Heart Association (Suomen Sydanlittory) ritiene che una sana alimentazione dovrebbe basarsi su allcuni principi sotto elencati:

  • Ridurre il sale;
  • Consumare solo grassi adeguataamente scelti per qualità ed in quantità moderate o secondo le raccomandazioni mediche;
  • Consumare quotidianamente delle fibre e delle porzioni di frutta e verdura;
  • Controllare il colesterolo presente negli alimenti, anche quello nascosto;
  • Tenere sotto controllo il proprio peso corporeo.
  • STIMOLA LE FUNZIONI INTESTINALI

Le fibre presenti nell’avena, favorendo un’adeguata pulizia dell’intestino, contribuiscono al benessere generale dell’organismo. Ricordiamo che le autorità sanitarie statunitensi, definiscono l’avena come un “alimento specifico per la salute”.

Con l’avena è possibile preparare sia ricette dolci sia ricette salate. In questo articolo soltanto a titolo di esempio, ne indico due. Con questo cereale, potremmo preparare ad esempio, una gustosa Torta di avena con ricotta oppure dei biscotti di avena e miele, mentre sul versante salato, potremmo preparare una crema di avena e verdura, utilizzando insieme ai fiocchi del brodo vegetale e della verdura come zucchine e porri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS