Peso, sotto controllo con l’indice glicemico

327
0
CONDIVIDI

La dieta basata sull’indice glicemico è un termine generale per le diete dimagranti che si basano sul livello di zucchero nel sangue. Molte diete commerciali, libri e siti web ruotano attorno all’indice glicemico per favorire la perdita di peso.

L’indice glicemico è stato originariamente sviluppato per contribuire a migliorare il controllo della glicemia nei pazienti affetti da diabete. L’indice glicemico classifica gli alimenti contenenti carboidrati in base alla loro capacità di aumentare il livello di zucchero nel sangue.

La dieta basata sull’indice glicemico non è una vera dieta povera di carboidrati perché non c’è bisogno di contare i carboidrati, né è una dieta a basso contenuto di grassi, e non richiede di ridurre le dimensioni delle porzioni o contare le calorie. La dieta basata sull’indice glicemico ci invita a orientare l’alimentazione verso alcuni tipi di carboidrati.

Le diete basate sull’indice glicemico suggeriscono di mangiare cibi e bevande con basso indice glicemico per mantenere il livello di zucchero nel sangue equilibrato. I sostenitori dicono che questo regime alimentare aiuti a perdere peso e a ridurre i fattori di rischio per alcune malattie croniche.

Si può scegliere di seguire la dieta dell’indice glicemico:

  • Per riequilibrare i livelli di zucchero nel sangue;
  • Per cambiare le vostre abitudini alimentari globali;
  • Se non avete voglia di contare le calorie;
  • Volete una dieta che si può portare avanti a lungo termine.

Prima di iniziare qualsiasi dieta dimagrante, soprattutto se avete qualunque condizione di salute, tra cui il diabete, avere un consulto del proprio medico.

I sostenitori della dieta basata sull’indice glicemico o anche detta dieta a basso indice glicemico, suggeriscono che alti livelli di zucchero nel sangue sono collegati a una varietà di problemi di salute, tra cui il diabete, l’obesità e le malattie cardiache. Questo regime alimentare può aiutare a scegliere i cibi che porteranno a una perdita di peso e favoriranno la prevenzione delle malattie croniche.

La conferma scientifica di tale teoria rimane ancora incerta e si potrebbero ottenere gli stessi benefici per la salute con una dieta sana, e il mantenimento del peso attraverso l’esercizio fisico.

L’indice glicemico classifica alimenti e bevande in funzione di come influenzano il livello di zucchero nel sangue. Gli alimenti sono segnati su una scala da 0 a 100.

Gli alimenti ordinati per l’indice glicemico sono riportati in punteggi:

  • Alto 70-100: Gli esempi includono riso, pane bianco, patate al forno, patate rosse bollite e l’anguria;
  • Medio 56-69: Gli esempi includono il mais dolce, banane, ananas crudo, uva passa e alcuni tipi di gelato;
  • Minima 55 e sotto: Gli esempi includono carote crude, arachidi, mela cruda, pompelmo, piselli, latte scremato, fagioli e lenticchie .

Con la dieta indice glicemico, un alto indice glicemico è indesiderabile. I sostenitori affermano che gli alimenti e le bevande con alti punteggi d’indice glicemico sono rapidamente digeriti dal nostro corpo, Questo provoca un picco di zucchero nel sangue, che può poi essere seguito da un rapido declino creando ampie fluttuazioni.

Al contrario, gli alimenti con basso indice glicemico sono digeriti più lentamente, alzando la glicemia in modo più lento e graduale. Poiché alimenti a basso indice glicemico, sono assorbiti più lentamente, rimangono nel tratto digestivo più a lungo e questo è il motivo per cui sono chiamati carboidrati lenti. Questi alimenti possono aiutare a controllare l’appetito e ritardare il sopraggiungere della fame, che può favorire la gestione della dieta .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS