Perdere peso mangiando carboidrati

327
0
CONDIVIDI

Anche i carboidrati servono a far perdere peso, contrariamente a quanto sostenuto da tutti i promotori delle diete proteiche finalizzate a questo scopo. L’importante è scegliere però i carboidati giusti, quelli che il nostro organismo può sintetizzare al meglio traendone i nutrienti indispensabili.

In questa ottica vediamo ora una lista di sei tipi di carboidrati che se ben assunti durante la nostra giornata, aumentano il nostro senso di sazietà, contribuendo così ad una minore assuzione generale di cibo e quindi, al dimagrimento.

  1. Frutta: pere e mele hanno un indice glicemico basso, fanno sentire sazi e contengono fruttosio, che consente di bruciare molto rapidamente le calorie in essi contenute. Questi frutti sono anche ricchi di vitamine e sali minerali.
  2. Quinoa: si tratta di un cereale che è stato riscoperto recentemente e che rappresenta una valida alternativa al frumento; la quinoia ha un ottimo sapore grazie al quale può essere utilizzata anche per fare dolci. Ciò si traduce in un minor carico di zucchero e di calorie in confronto ad altre tipologie di grano. Grazie alla sua crescente diffusione è attualmente possibile trovarlo sul mercato anche già pronto in forma di pasta. Si tratta di un alimento ricco di proteine e di fibre.
  3. Riso Selvatico: è un riso più grezzo di quello che abitualmente troviamo sul mercato e consumiamo. E’ ricco di vitamine, sali minerali e fibre. Avendo un sapore molto forte, può essere mangiato anche scondito al posto del pane e del riso classico per accompagnare il resto del pasto.
  4. Mandorle: sono ormai note le proprietà anticolesterolo di questo frutto e quelle anticancro, che di per sè ne rendono consigliabile l’utilizzo. Esse sono anche ottime per riequilibrare l’organismo e rappresentano un ottimo spezzafame con poche calorie. Molti nutrizionisti consigliano di consumarne abitualmente e per questi scopi quattro o cinque a colazione.
  5. Avena: si tratta tra tutti, del carboidrato maggiormente salutare e di quello a più alto potere saziante, avendo come sua caratteristica tipica un grande volume. Ed è per questo che è sempre consigliabile mangiarla a colazione; per avere durante la giornata, la possibilità di impiegarne tutta l’energia che essa fornisce.
  6. Farina integrale: rispetto alla farina raffinata ha maggiori nutrienti quali proteine e sali minerali, un minore apporto calorico. Utilizzata per fare pane, pasta e dolci dolci, renderà questi alimenti più digeribili contribuendo allo stesso tempo, ad aiutare la funzionalità intestinale grazie alla presenza di fibre.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS