Il Raspberry Pi diventa uno smartphone low-cost

1014
0
CONDIVIDI

Per i tanti che se lo chiedono il Raspberry Pi è un single-board computer, cioè un calcolatore montato su una sola scheda elettronica, sviluppato nel Regno Unito dalla Raspberry Pi Foundation per facilitare l’insegnamento dell’informatica nelle scuole. Questo mini-computer delle dimensioni di una carta di credito, convertito già in tablet, è diventato ora anche  uno smartphone a basso costo grazie al programmatore David Hunt. Si chiama Pi-Phone e costa solo 160 dollari, l’equivalente di 115 euro. Nonostante il costo moderato però non mancano le componenti base per uno smartphone: un display touchscreen PiTFT, una batteria da 2.500 mAh, il modulo GSM/GPRS e un potente processore ARM da 700 MHz. Ah, David Hunt ha promesso di caricare il suo codice sorgente a chiunque sia così coraggioso da tentare di craccare il suo smartphone. Che sia proprio così sicuro visto che è ancora un prototipo in fase di sviluppo?

 

Guardate la demo e diteci cosa ne pensate nei commenti qui sotto. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS