Google Self-Driving Car: ecco come si comporta in città

1076
1
CONDIVIDI

Chi guida lo sa: usare l’auto nell’orario di punta  può mettere in difficoltà anche l’automobilista più esperto. Automezzi in doppia fila e automobilisti distratti, infatti, possono rendere pericoloso anche il quotidiano tragitto casa-lavoro. Fortunatamente, tutto ciò che hai nostri occhi può sembrare caotico e imprevedibile, per un computer non lo è, soprattutto se stiamo parlando delle Self-Driving Cars di Google. Il colosso di Mountain View, nel corso dell’ultimo anno, ha infatti spostato l’attenzione del progetto proprio sulla guida in città, molto più complessa e molto meno prevedibile della guida in autostrada.

I risultati raggiunti fino ad ora, come vedrete a breve con i vostri occhi, sono davvero sorprendenti. Differentemente dal cervello umano, grazie ai notevoli miglioramenti apportati al software e all’ingente quantità di dati raccolti, le auto di Google sono state in grado di rilevare e distinguere centinai di oggetti diversi contemporaneamente, sia in movimento che non, dai pedoni in attesa di attraversare fino al segnale di svolta di un ciclista. Inutile dire che, nonostante i progressi fatti, Google ha ancora molto da lavorare per rendere questi veicoli affidabili su ogni tipo di strada e in ogni tipo di situazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Federico Teruzzi

    Tecnologia impressionante e a breve sarà alla portata di tutti.