Portiere d’albergo? Con i Google Glass è meglio…

294
0
CONDIVIDI

Anche un portiere d’albergo può essere aiutato dai Google Glass nel proprio lavoro. La pensa esattamente così Tom WolfeChief Concierge del lussuoso The Fairmont Hotel di San Francisco, primo ad utilizzare gli occhiali smart di Google dietro a un bancone di una reception.

“Li ho usati per memorizzare i numeri di telefono, effettuare chiamate, controllare le previsioni meteo, verificare le informazioni stradali per i clienti, e anche per scattare una foto”.

Wolfe si dice entusiasta dell’utilizzo dei Glass e, sicuramente, verrà ricordato in quel lungo elenco di professionisti che hanno scelto di farsi aiutare nel proprio lavoro dai Google Glass.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS