Herrmann riaccende i sogni Champions del Borussia

42
0
CONDIVIDI

Schalke 04 – Borussia M’gladbach          0-1 

 

SchalkeFährmann – Hoogland, Ayhan, Matip, Kolasinac – K.-P. Boateng, Neustädter – Goretzka, M. Meyer, Draxler – Szalai.  All. Keller

Borussiater Stegen – Korb, Stranzl, Alvaro Dominguez, Jantschke – Nordtveit, Kramer – Herrmann, Arango – Raffael, M. Kruse.  All. Favre

Arbitro: Manuel Grafe

Marcatori: 35′ Herrmann

 

Il Borussia M’gladbach c’è e fino alla fine vuole lottare per un posto in Champions League. I “Puledri” di Lucien Favre hanno vinto infatti 1-0 a Gelsenkirchen contro lo Schalke, tornando a – 3 dal quarto posto e con la consapevolezza di giocarsi le sue carte fino all’ultimo. Contro uno Schalke volenteroso ma molto impreciso sotto rete, il Borussia è stato al contrario cinico fino al midollo giocando una gara attenta e molto intelligente. I bianconeri hanno fatto prima sfogare i padroni di casa, in campo con Szalai al posto di Huntelaar, per poi colpire al momento giusto con un grande gol di Herrmann. Immesa la partita di Kramer in mediana e di grande sacrificio quella di Kruse, non eccelso sotto rete ma in grado di aiutare la squadra anche in difesa percorrendo oltre 13 chilometri. Lo Schalke incassa così la seconda sconfitta consecutiva dopo il ko di Stoccarda ridando il successo al Borussia che su questo campo non vinceva dal 1992, ben 17 partite. Un deciso passo indietro per i Knappen che dopo un girone di ritorno stratosferico in questo finale di stagione stanno mostrando nuovamente le amnesie ed i problemi di inizio campionato.

La gara – partita piacevole fin dalle prime battute con lo Schalke a fare la gara ed il Borussia pronto a ripartire. Favre ha costruito una squadra tutta velocità senza attaccanti fissi e con Arango, Herrmann, Kruse e Raffael a svariare totalmente sul fronte offensivo. Nel primo quarto d’ora le occasioni fioccano e ci provano Kolasinac e Boateng dalla distanza mentre è proprio Herrmann ad impegnare seriamente Fahrmann con un destro velenoso. Lo Schalke continua a fare la partita ma senza Huntelaar in avanti sembra di rivivere i momenti di frustrazione di qualche mese fa, quando la squadra costruiva gioco ma non riusciva a segnare. Szalai si batte con coraggio ma non ha la fame dell’olandese sotto porta e lo Schalke deve affidarsi ai tiri da lontano di Draxler prima (23′) e Boateng poi (28′). Così a metà del primo tempo il Borussia approfitta di un calo dei padroni di casa per piazzare la zampata del vantaggio: Raffale tocca in area per Kruse, velo splendido dell’ex Friburgo ed Herrmann di prima intenzione calcia di sinistro trafiggendo Fahrmann. 1-0 e Schalke che accusa tremendamente il colpo. Nella ripresa Keller manda in campo una squadra ancora più offensiva e per poco il Borussia non ne approfitta con Kruse che tutto solo al 52′ si mangia la rete del raddoppio calciando a lato davanti a Fahrmann. I biancoblù soffrono tremendamente la velocità del M’gladbach e rischiano ancora di affondare prima con Arango e poi con Kruse ma un super Fahrmann gi dice ancora di no. Keller capisce di dover inserire Huntelaar e l’olandese appena entrato serve a Szalai la palla del pareggio ma l’ungherese manda a lato da un metro. Lo Schalke tenta il forcing finale ma nei minuti di recupero Draxler sbaglia clamorosamente il colpo del pareggio calciando alto sulla traversa e calando i titoli di coda sulla partita.

Sabato prossimo il Borussia riceverà il Mainz (altra gara calda per l’Europa) mentre lo Schalke farà visita ad un Friburgo ormai salvo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS