Altintop abbatte l’Amburgo, l’Augsburg rivede l’Europa

50
0
CONDIVIDI

Augsburg – Amburgo       3-1 

 

AugsburgHitz – Verhaegh, Callsen-Bracker, Klavan, Ostrzolek – Baier – Esswein, Vogt, Halil Altintop, Hahn – Mölders.  All. Weinzierl

AmburgoAdler – Diekmeier, Westermann, Mancienne, Jansen – Calhanoglu, Rincon, Badelj, Arslan – Ilicevic – Maggio.  All. Slomka

Arbitro: Tobias Welz

Marcatori: 6′, 32′ Altintop, 42′ Hahn, 44′ Westermann

 

L’Augbsurg torna a ruggire superando 3-1 l’Amburgo e tornando in corsa prepotentemente per l’Europa League. La squadra di Markus Weinzierl è stata devastante e capace di chiudere la partita in soli 42′ di gioco con tre gol che hanno messo al tappeto il solito Amburgo sbadato di stagione.Proprio gli uomini di Slomka hanno lasciato alla SGE Arena le ultime speranze di una salvezza diretta giocando un primo tempo da incubo e tenendo invariato il distacco dallo Stoccarda a 5 punti. Per i Dinos è arrivata la sconfitta n° 19 in campionato, record negativo del club. Al contrario i bavaresi hanno riaperto il discorso europeo riportandosi a -4 dal settimo posto con due gare ancora da giocare. Strepitosa è stata la gara del turco Halil Altintop, autore della doppietta che ha spianato la strada al successo dei padroni di casa.

Gara che si è sbloccata subito al 6′ quando Altintop sfruttava al meglio un taglio di Verhaegh piazzando la zampata dell’1-0. La rete sembra svegliare gli ospiti che con Calhanoglu prima e Westermann poi mettono paura a Hitz. E’ solo un fuoco di paglia però perchè al 32′ ancora Altintop mette dentro il colpo del 2-0: palla di Vogt in area e il turco di destro segna il suo decimo gol stagionale. Amburgo che stavolta subisce il colpo e che 10′ dopo va definitivamente ko quando Andrè Hahn calcia a rete da 20 metri trovando la papera clamorosa di Adler che si getta praticamente da solo il pallone alle spalle. L’Amburgo a questo punto ha una piccola reazione d’orgoglio che porta solamente alla rete di Westermann, che su punizione di Calhanoglu supera Hitz di testa. La partita si potrebbe riaprire nel secondo tempo ma l’Augsburg chiude tutti gli spazi e gli ospiti di Slomka dimostrano la loro sterilità offensiva non riuscendo quasi mai ad impensierire Hitz. Neanche l’entrata in campo di Zoua al posto di un impalpabile Maggio risveglia l’ardore degli anseatici che leggermente affondano e rischiano di scendere per la prima volta nella loro storia in 2.Bundesliga. La sconfitta sembra quasi un passaggio di testimone tra una squadra, l’Augsburg, che nella sua storia ha collezionato solamente 3 campionati di Bundesliga al cospetto dei 51 dell’Amburgo. Ancora non è finita ma certamente ci sarà da soffrire fino all’ultimo considerando anche le tantissime assenze per infortunio che stanno minando il cammino dell’Amburgo.

Domenica prossima i Dinos ospiteranno il Bayern Monaco mentre l’Augsburg farà visita al Braunschweig.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS