Pinterest lancia Guided Search per la ricerca di informazioni

1793
1
CONDIVIDI

Nella giornata di ieri Pinterest ha ufficialmente lanciato al sua nuova applicazione, Guided Search, un nuovo strumento mobile per la ricerca di informazioni in funzione delle necessita degli utenti, garantendo l’accesso ai dati relativi ai progetti europei. Nel corso della presentazione avvenuta a San Francisco, il CEO del social network, Ben Silbermann ha detto:

“Guided Search ti aiuta in primo luogo a trovare le cose prima ancora di sapere come formulare la domanda. E con più di 750 milioni di schede connettenti più di 30 miliardi di pin, stiamo ricercando tutto l’aiuto che possiamo ottenere per eliminare i noiosi rumors.”

Silbermann ha affermato che più del 75% del traffico dati proviene da dispositivi mobili, e la nuova implementazione si presenta in grado di poter diventare un essenziale strumento di ricerca per il futuro del sito. Infatti il team di sviluppo di Guided Search ha voluto creare qualcosa di semplice che potesse essere utilizzato solo una mano e che allo stesso tempo fosse in grado di creare un esperienza unica, allontanandosi dai tipici metodi di ricerca.

Guided Search presenta la tradizionale barra di ricerca caratterizzata dalla possibilità di iniziare la ricerca basandosi sugli argomenti di maggior interesse globale. Mentre si digita, compariranno sulla destra una serie di risultati in funzione alle poche parole scritte. Sarà anche possibile scegliere la categoria in cui è inserito l’oggetto della ricerca, la quale sarà selezionabile sfogliando orizzontalmente un carosello posto in alto.

Nel corso della conferenza di lancio di Guided Search è stata effettuata una dimostrazione dinamica per illustrare meglio il funzionamento dell’applicazione. La ricerca si basava sul cibo, e si è mostrato che inserendo nella barra di ricerca la parola “Vegetariano”, Guided Search forniva una serie di risultati diversi che vanno da “Hamburger“, “Giardinaggio” e “Vassoio”. Se inoltre si seleziona la parola “Hamburger” questa collega l’utente ad ulteriori suggerimenti. Questo processo è molto utile perché può aiutare l’utente a restringere i campi di ricerca in modo da rendere il meccanismo semplice e funzionale.

Oltre alla ricerca il team di Pinterest ha cercato di migliorare altri due aspetti importanti, Related Pin e Custom Categories. Related Pin è stato sempre un grosso problema, ma ora più del 90 % di pin sono pin correlati. Infatti ora quando si aggiunge un pin, questo può mostrare altri pin che possono piacere all’utente. In questo modo più pin si inseriscono più ci saranno pin correlati. Custom categories invece permette di aggiungere nuove categorie in base alle proprie tavole.

Sebbene queste tre grosse implementazioni non rappresentano grossi cambiamenti, questi sono comunque piccole novità che possono fare la differenza nell’esperienza di Pinterest.

L’ultima versione di Pinterest può essere scaricata nel App Store di iOS e di Android, invece si dovrà pazientare ancora un po’ per la versione web.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Clemente De Lucia

    E per l’applicazione ufficiale su Windows Phone?