Samsung vs Apple: il colosso sudcoreano passa al contrattacco

762
0
CONDIVIDI

Apple e Samsung continuano il loro tiremmolla a suon di brevetti: il colosso sudcoreano, infatti, è da poco passato al contrattacco presentando due brevetti che l’azienda di Cupertino avrebbe violato con FaceTime, in particolare con il sistema di compressione dei dati utilizzato dal servizio, e con alcune caratteristiche della galleria fotografica di iOS. A sostegno della sua accusa Samsung ha invitato Dan Schonfeld, professore presso il dipartimento di ingegneria informatica dell’Università dell’Illinois, a Chicago, il quale ha dichiarato che il brevetto “rivoluzionario” violato con Facetime è stato acquistato dall’azienda sudcoreana nel 2011. Gli avvocati di Apple ovviamente hanno respinto l’accusa facendo notare che il brevetto descrive una tecnologia ormai obsoleta.

Per quanto riguarda il secondo brevetto, di proprietà di Hitachi fino al 2011, questo sarebbe stato violato da Apple all’interno della galleria fotografica di iOS. Per porre rimedio ai “danni subiti” il colosso sudcoreano ha chiesto ad Apple 6,9 milioni di dollari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS