Apple: annunciati i risultati fiscali del Q2

1129
0
CONDIVIDI

Come da programma, Apple ha annunciato poco fa i risultati fiscali del Q2 2014, i quali vedono un miglioramento generale nonostante la mancanza di nuovi prodotti sul mercato. Gli investitori sono positivi sul futuro della società, mentre Tim Cook si prende una rivincita sulle indiscrezioni che negli ultimi mesi lo vedevano in procinto di lasciare la società, data la poca innovazione e le svariate critiche ricevute da consumatori, fan, analisti e, soprattutto, gli stessi investitori. La crisi tanto annunciata, da giornali e blog in tutto il mondo, sembrerebbe non esserci, e i numeri di questi risultati finanziari lo confermano.

Apple ha registrato un utile di 10,2 miliardi dollari, 11,62 dollari per azione su 45,6 miliardi dollari di fatturato nel corso di un trimestre completamente senza presentazioni o uscite di prodotti. Questi primi dati si inseriscono al di sopra della previsione che la stessa Apple aveva stimato di vedere in questo Q2 2014, cioè 44 miliardi dollari di fatturato. Il margine lordo è stato del 39,3%, rispetto al 37,5% registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 66% del fatturato trimestrale. La società ha, inoltre, annunciato un programma per il riacquisto di azioni proprie per 90 miliardi dollari.

Come al solito, la spinta di tali entrate proviene dalle vendite di iPhone. Apple ha comunicato di aver venduto 43,7 milioni di iPhone durante l’ultimo trimestre, contro i 37,4 milioni venduti nel corso dello stesso trimestre dello scorso anno. Riportate anche le vendite di iPad, a quota 16,3 milioni e dei Mac, 4,1 milioni.

Queste le parole di Tim Cook in merito ai risultati annunciati:

“Siamo molto orgogliosi dei nostri risultati trimestrali, in modo particolare delle forti vendite iPhone e del fatturato record derivante dai servizi Non vediamo davvero l’ora di introdurre ulteriori nuovi prodotti e servizi che solo Apple potrebbe portare sul mercato”.

Qui invece le parole di Peter Oppenheimer, CFO di Apple:

“Abbiamo generato 13,5 miliardi in cash flow dalle operation e abbiamo restituito quasi 21 miliardi di dollari in cash agli azionisti attraverso i dividendi e riacquisti azionari nel corso del trimestre di Marzo. Questo porta i pagamenti totali effettuati nell’ambito del nostro programma di ritorno del capitale a 66 miliardi di dollari”.

Apple fornisce la seguente guidance per il terzo trimestre del proprio anno fiscale 2014:

  • Fatturato fra i 36 miliardi di dollari e i 38 miliardi di dollari
  • Margine lordo fra il 37 percento e il 38 percento
  • Spese operative fra i 4,4 miliardi di dollari e i 4,5 miliardi di dollari
  • Altre entrate/(spese) di 200 milioni di dollari
  • Aliquota fiscale del 26,1%

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS